Il corso

 

Obiettivi formativi
Il Corso di Laurea (C.d.L.) in “Fisioterapia” ha durata triennale e si conclude mediante esame di abilitazione e rilascio del diploma di laurea di fisioterapista.
Il laureato nella Classe di Laurea in Fisioterapia è, ai sensi della legge 10 agosto 2000 n. 251, articolo 2, comma 1, l’operatore della professione sanitaria che svolge, con titolarità ed autonomia professionale nei confronti dei singoli individui e della collettività, attività diretta alla prevenzione, alla cura, alla riabilitazione e a procedure di valutazione funzionale a salvaguardia della salute individuale e collettiva, al fine di espletare le competenze proprie individuate dalle norme istitutive del profilo professionale (Decreto del Ministero della Sanità n. 741 del 14/9/94 e successive modificazioni ed integrazioni), nonché dallo specifico codice deontologico.
I laureati sono dotati di un’adeguata preparazione nelle discipline di base, tale da consentire loro la migliore comprensione delle tecniche utilizzate e dei più rilevanti elementi che sono alla base dei processi patologici che si sviluppano in età evolutiva, adulta e geriatrica, sui quali si focalizza il loro intervento diagnostico.
Il laureati devono raggiungere le competenze professionali attraverso un percorso formativo teorico e pratico che include anche l’acquisizione di norme comportamentali e che viene conseguita nel contesto lavorativo specifico, così da garantire, al termine del percorso, la padronanza di tutte le necessarie competenze e la loro immediata spendibilità nell’ambiente di lavoro.
Devono inoltre saper utilizzare l’inglese, nell’ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali.
Particolare rilievo, come parte integrante e qualificante della formazione professionale, riveste l’attività pratica, coordinata da un docente e svolta con la supervisione e la guida di tutori professionali appositamente assegnati.

Sbocchi occupazionali
I laureati della classe – Fisioterapisti, (profilo professionale D.M. 741/94 n° 741,) svolgono con titolarità e in via autonoma o in collaborazione con altre figure professionali:

  • attività dirette alla prevenzione, cura , riabilitazione e valutazione funzionale nei confronti dei singoli individui e della collettività. Tali attività sono rivolte al recupero e alla riabilitazione delle funzioni motorie, corticali superiori e viscerali, conseguenti a eventi patologici, a varia eziologia, congenita o acquisita.
  • in riferimento alla diagnosi e alle prescrizioni del medico, elaborano anche in équipe multidisciplinare, la definizione del programma di riabilitazione volto al superamento del bisogno di salute del disabile;
  • praticano autonomamente attività di valutazione funzionale e terapeutica per la rieducazione funzionale delle disabilità motorie, psicomotorie e cognitive utilizzando terapie fisiche, manuali, massoterapiche e occupazionali;
  • propongono l’adozione di protesi ed ausili, ne addestrano all’uso e ne verificano l’efficacia; verificano le rispondenze della metodologia riabilitativa attuata agli obiettivi di recupero funzionale;
  • svolgono attività di studio, di didattica e di consulenza professionale, nei servizi sanitari ed in quelli dove si richiedono le loro competenze professionali

Svolgono la loro attività professionale in strutture sanitarie pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero – professional

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar