Programmi degli insegnamenti

 
Seleziona l'Anno Accademico:    2012/20132013/20142014/20152015/20162016/20172017/2018

70/LM-0087 - SICUREZZA E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO IN CANTIERE

Anno Accademico 2017/2018

Docente
VALENTINA DENTONI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre 
Modalità d'Erogazione
Convenzionale 
Lingua Insegnamento
ITALIANO 



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[70/82]  INGEGNERIA ELETTRICA [82/00 - Ord. 2010]  PERCORSO COMUNE660
[70/86]  INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO [86/00 - Ord. 2016]  PERCORSO COMUNE660
Obiettivi

Obiettivo generale dell’insegnamento di Sicurezza e Organizzazione del Lavoro in Cantiere (SOLC) è far acquisire allo studente conoscenze, competenze e abilità coerenti con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio. Nel seguito sono declinati in dettaglio gli obiettivi formativi specifici del corso attraverso i cinque Descrittori di Dublino.
Conoscenze e capacità di comprensione
Attraverso il corso SOLC lo studente acquisisce conoscenze tecniche e normative in materia di sicurezza e organizzazione del lavoro nei cantieri edili e di ingegneria civile, consolida le conoscenze di base acquisite attraverso il corso di Sicurezza del Lavoro e Difesa Ambientale (SLDA), approfondisce le conoscenze in materia di rischi infortunistici nei cantieri delle costruzioni e comprende la stretta correlazione tra le scelte progettuali e organizzative del lavoro in cantiere e i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori.
Obiettivo formativo del corso è anche la conoscenza delle attribuzioni previste per legge a carico delle figure coinvolte nel processo di realizzazione di un’opera, la consapevolezza delle relative responsabilità e, in generale, la comprensione delle principali problematiche relative alla gestione degli appalti pubblici e privati.
Conoscenze e capacità di comprensione applicate
Il corso SOLC è parte di un percorso formativo abilitante ai fini dello svolgimento del ruolo di Coordinatore per la sicurezza nei cantieri; percorso che include il corso SLDA e il Laboratorio di Sicurezza e Organizzazione del Lavoro in Cantiere (Lab SOLC). Lo studente ha la possibilità di applicare le conoscenze acquisite attraverso il corso SOLC con la redazione di un Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC), prevista nell’ambito delle attività di laboratorio. La redazione del PSC include l’analisi degli elaborati progettuali di un’opera di ingegneria civile, la determinazione delle durate delle fasi di lavoro, la redazione del cronoprogramma, l’analisi e la valutazione dei rischi, l’analisi dei costi per la sicurezza e la stesura della relazione finale.
Autonomia di giudizio
L’impostazione didattica del corso SOLC favorisce lo sviluppo e il rafforzamento dell’autonomia di giudizio, partendo dall’interpretazione critica delle norme, per le varie tematiche trattate, fino all’individuazione di soluzioni tecnico-ingegneristiche autonome, idonee al raggiungimento di obiettivi prefissati (riduzione del rischio, programmazione dei lavori, progettazione antincendio, ecc.).
Abilità comunicative
Il corso SOLC rafforza le abilità comunicative degli studenti, in particolare nell’ambito lavorativo di interesse del corso, attraverso l’uso ricorrente di termini e definizioni di legge o d’uso comune sul campo, il richiamo frequente alle figure coinvolte nella gestione degli appalti e alle relative attribuzioni, l’analisi di dettaglio e la comprensione degli elaborati di progetto (relazioni tecniche ed elaborati grafici).
Capacità di apprendere
L’approccio didattico del corso SOLC, mirato essenzialmente allo sviluppo della capacità di comprendere e attuare le prescrizioni normative attraverso soluzioni tecnico-ingegneristiche adeguate al caso in esame, rafforza la capacità di studiare, analizzare e trovare soluzioni adeguate nell’ambito di altre tematiche ingegneristiche non specificatamente trattate nel corso.

Obiettivi

Obiettivo generale dell’insegnamento di Sicurezza e Organizzazione del Lavoro in Cantiere (SOLC) è far acquisire allo studente conoscenze, competenze e abilità coerenti con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio. Nel seguito sono declinati in dettaglio gli obiettivi formativi specifici del corso attraverso i cinque Descrittori di Dublino.

Conoscenze e capacità di comprensione
Attraverso il corso SOLC lo studente acquisisce conoscenze tecniche e normative in materia di sicurezza e organizzazione del lavoro nei cantieri edili e di ingegneria civile, consolida le conoscenze di base acquisite attraverso il corso di Sicurezza del Lavoro e Difesa Ambientale (SLDA), approfondisce le conoscenze in materia di rischi infortunistici nei cantieri delle costruzioni e comprende la stretta correlazione tra le scelte progettuali e organizzative del lavoro in cantiere e i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori.
Obiettivo formativo del corso è anche la conoscenza delle attribuzioni previste per legge a carico delle figure coinvolte nel processo di realizzazione di un’opera, la consapevolezza delle relative responsabilità e, in generale, la comprensione delle principali problematiche relative alla gestione degli appalti pubblici e privati.

Conoscenze e capacità di comprensione applicate
Il corso SOLC è parte di un percorso formativo abilitante ai fini dello svolgimento del ruolo di Coordinatore per la sicurezza nei cantieri; percorso che include il corso SLDA e il Laboratorio di Sicurezza e Organizzazione del Lavoro in Cantiere (Lab SOLC). Lo studente ha la possibilità di applicare le conoscenze acquisite attraverso il corso SOLC con la redazione di un Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC), prevista nell’ambito delle attività di laboratorio. La redazione del PSC include l’analisi degli elaborati progettuali di un’opera di ingegneria civile, la determinazione delle durate delle fasi di lavoro, la redazione del cronoprogramma, l’analisi e la valutazione dei rischi, l’analisi dei costi per la sicurezza e la stesura della relazione finale.

Autonomia di giudizio
L’impostazione didattica del corso SOLC favorisce lo sviluppo e il rafforzamento dell’autonomia di giudizio, partendo dall’interpretazione critica delle norme, per le varie tematiche trattate, fino all’individuazione di soluzioni tecnico-ingegneristiche autonome, idonee al raggiungimento di obiettivi prefissati (riduzione del rischio, programmazione dei lavori, progettazione antincendio, ecc.).

Abilità comunicative
Il corso SOLC rafforza le abilità comunicative degli studenti, in particolare nell’ambito lavorativo di interesse del corso, attraverso l’uso ricorrente di termini e definizioni di legge o d’uso comune sul campo, il richiamo frequente alle figure coinvolte nella gestione degli appalti e alle relative attribuzioni, l’analisi di dettaglio e la comprensione degli elaborati di progetto (relazioni tecniche ed elaborati grafici).

Capacità di apprendere
L’approccio didattico del corso SOLC, mirato essenzialmente allo sviluppo della capacità di comprendere e attuare le prescrizioni normative attraverso soluzioni tecnico-ingegneristiche adeguate al caso in esame, rafforza la capacità di studiare, analizzare e trovare soluzioni adeguate nell’ambito di altre tematiche ingegneristiche non specificatamente trattate nel corso.

Prerequisiti

Costituiscono prerequisito indispensabile le conoscenze acquisite attraverso il corso di SLDA (propedeutico), con particolare riferimento ai principi di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e alle norme di legge riferite a tutti i luoghi di lavoro, pubblici e privati (D. Lgs. 81/08 - Titolo I). È importante che gli studenti conoscano le problematiche di esposizione ai rischi per la salute nei luoghi di lavoro, trattati nel corso SLDA (in particolare: rumore, vibrazioni e inquinanti aerodispersi), e posseggano adeguate capacità di espressione scritta e grafica (disegno). Sono utili le conoscenze di base in materia di progettazione di un’opera di ingegneria civile mediamente complessa. relative metodiche di analisi e valutazione del rischio. Competenze progettuali ed ingegneristiche di base.

Prerequisiti

Costituiscono prerequisito indispensabile le conoscenze acquisite attraverso il corso di SLDA (propedeutico), con particolare riferimento ai principi di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e alle norme di legge riferite a tutti i luoghi di lavoro, pubblici e privati (D. Lgs. 81/08 - Titolo I). È importante che gli studenti conoscano le problematiche di esposizione ai rischi per la salute nei luoghi di lavoro, trattati nel corso SLDA (in particolare: rumore, vibrazioni e inquinanti aerodispersi), e posseggano adeguate capacità di espressione scritta e grafica (disegno). Sono utili le conoscenze di base in materia di progettazione di un’opera di ingegneria civile mediamente complessa.

Contenuti

Introduzione al corso e richiamo dei principi di base [2 ore di lezione frontale]
Infortuni nei cantieri delle costruzioni [3 ore di lezione frontale]
Dati europei e nazionali sulla sicurezza nei cantieri. Dati infortunistici per i settori NACE comuni agli Stati UE. Dati occupazionali FIEC. Principali cause di infortuni mortali e principali violazioni registrate in Italia.
Tecniche di analisi e valutazione dei rischi [3 ore di lezione frontale + 2 di esercitazione]
Check list analysis; Relative ranking; What-if analysis; HAZOP analysis; FTA (Fault tree analysis); ETA (Event tree analysis). Applicazioni su FTA.
Norme in materia di sicurezza nei cantieri [6 ore di lezione frontale]
Testo Unico in Materia di Sicurezza e Igiene del lavoro (D. Lgs. 81/08). Titolo IV, Capo I (Misure per la salute e sicurezza nei cantieri temporanei o mobili). Titolo IV, Capo II (Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni e nei lavori in quota).
Contenuti minimi dei piani di sicurezza [3 ore di lezione frontale]
Contenuti del Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC), del POS (Piano Operativo di Sicurezza) e del Fascicolo.
Pianificazione e programmazione dei lavori in cantiere [3 ore di lezione frontale + 2 di esercitazione]
Tecniche di programmazione GANTT e PERT. Applicazioni su PERT.
Stima dei costi della sicurezza in cantiere [2 ore di lezione frontale + 1 ora di esercitazione]
Costi della sicurezza nei cantieri. Problemi di imputazione. Analisi dei prezzi unitari. Computo delle quote di nolo. Computo dei costi dei DPI e delle opere provvisionali. Applicazioni su valutazione costi sicurezza.
Problematiche di organizzazione dei lavori e rischi infortunistici tipici dei cantieri civili [6]
Esempi di piano di sicurezza e di coordinamento [6]:
Basi legislative e normative in materia di appalti pubblici [3]
Nuovo Codice Contratti (D. Lgs. 50/16). Ambito di applicazione. Ruolo del RUP (Responsabile Unico del Procedimento) nella gestione degli appalti pubblici. Programmazione, progettazione e realizzazione di un’opera pubblica. Livelli di progettazione. Procedure per l’aggiudicazione dei contratti d’appalto. Varianti in corso d’opera.
Movimentazione manuale dei carichi [2]
Sollevamento, trasporto e traino. Valutazione del rischio per attività di sollevamento: prescrizioni di legge e metodo NIOSH. Valutazione delle azioni di trasporto di carichi in piano con spinta e traino. Studi di Snook e Ciriello.
Microclima negli ambienti di lavoro [4]
Ambienti termici moderati e severi. Valutazione degli ambienti termici moderati: indici di benessere termico (PMV, PPD). Valutazione degli ambienti termici severi caldo: indice WBGT e relativi TLV. Criteri di valutazione per ambienti severi freddi: ECT.
Rischio di incendio nei luoghi di lavoro [5 ore di lezione frontale + 1 di esercitazione]
Combustibili solidi, liquidi e gassosi. Prodotti della combustione e principali effetti sull’uomo. Misure di prevenzione, protezione attiva e passiva. Termini, definizioni generali e simboli grafici di prevenzione incendi (DM 30/11/83 e modifiche e integrazioni del DM 09/03/2007). Valutazione del rischio di incendio nei luoghi di lavoro (D. Lgs. 81/08 e DM 10/03/98). Applicazioni su dimensionamento misure di protezione passiva.
Sicurezza elettrica [6]
Principi di sicurezza elettrica. Effetti sull’uomo e pericolosità della corrente elettrica. Il terreno conduttore elettrico. Dispersori e impianti di terra. Tensione totale, tensione di contatto, tensione di passo. Limiti di pericolosità della tensione. Contatti pericolosi e misure di protezione. Il sistema elettrico. Protezione attiva dai contatti indiretti in BT. Normativa di legge e tecnica. Impianti elettrici di cantiere. Lavori in presenza di rischio elettrico.

Contenuti

Introduzione al corso e richiamo dei principi di base [2 ore di lezione frontale]
Infortuni nei cantieri delle costruzioni [3 ore di lezione frontale]
Dati europei e nazionali sulla sicurezza nei cantieri. Dati infortunistici per i settori NACE comuni agli Stati UE. Dati occupazionali FIEC. Principali cause di infortuni mortali e principali violazioni registrate in Italia.
Tecniche di analisi e valutazione dei rischi [3 ore di lezione frontale + 2 di esercitazione]
Check list analysis; Relative ranking; What-if analysis; HAZOP analysis; FTA (Fault tree analysis); ETA (Event tree analysis). Applicazioni su FTA.
Norme in materia di sicurezza nei cantieri [6 ore di lezione frontale]
Testo Unico in Materia di Sicurezza e Igiene del lavoro (D. Lgs. 81/08). Titolo IV, Capo I (Misure per la salute e sicurezza nei cantieri temporanei o mobili). Titolo IV, Capo II (Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni e nei lavori in quota).
Contenuti minimi dei piani di sicurezza [3 ore di lezione frontale]
Contenuti del Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC), del POS (Piano Operativo di Sicurezza) e del Fascicolo.
Pianificazione e programmazione dei lavori in cantiere [3 ore di lezione frontale + 2 di esercitazione]
Tecniche di programmazione GANTT e PERT. Applicazioni su PERT.
Stima dei costi della sicurezza in cantiere [2 ore di lezione frontale + 1 ora di esercitazione]
Costi della sicurezza nei cantieri. Problemi di imputazione. Analisi dei prezzi unitari. Computo delle quote di nolo. Computo dei costi dei DPI e delle opere provvisionali. Applicazioni su valutazione costi sicurezza.
Problematiche di organizzazione dei lavori e rischi infortunistici tipici dei cantieri civili [6]
Esempi di piano di sicurezza e di coordinamento [6]:
Basi legislative e normative in materia di appalti pubblici [3]
Nuovo Codice Contratti (D. Lgs. 50/16). Ambito di applicazione. Ruolo del RUP (Responsabile Unico del Procedimento) nella gestione degli appalti pubblici. Programmazione, progettazione e realizzazione di un’opera pubblica. Livelli di progettazione. Procedure per l’aggiudicazione dei contratti d’appalto. Varianti in corso d’opera.
Movimentazione manuale dei carichi [2]
Sollevamento, trasporto e traino. Valutazione del rischio per attività di sollevamento: prescrizioni di legge e metodo NIOSH. Valutazione delle azioni di trasporto di carichi in piano con spinta e traino. Studi di Snook e Ciriello.
Microclima negli ambienti di lavoro [4]
Ambienti termici moderati e severi. Valutazione degli ambienti termici moderati: indici di benessere termico (PMV, PPD). Valutazione degli ambienti termici severi caldo: indice WBGT e relativi TLV. Criteri di valutazione per ambienti severi freddi: ECT.
Rischio di incendio nei luoghi di lavoro [5 ore di lezione frontale + 1 di esercitazione]
Combustibili solidi, liquidi e gassosi. Prodotti della combustione e principali effetti sull’uomo. Misure di prevenzione, protezione attiva e passiva. Termini, definizioni generali e simboli grafici di prevenzione incendi (DM 30/11/83 e modifiche e integrazioni del DM 09/03/2007). Valutazione del rischio di incendio nei luoghi di lavoro (D. Lgs. 81/08 e DM 10/03/98). Applicazioni su dimensionamento misure di protezione passiva.
Sicurezza elettrica [6]
Principi di sicurezza elettrica. Effetti sull’uomo e pericolosità della corrente elettrica. Il terreno conduttore elettrico. Dispersori e impianti di terra. Tensione totale, tensione di contatto, tensione di passo. Limiti di pericolosità della tensione. Contatti pericolosi e misure di protezione. Il sistema elettrico. Protezione attiva dai contatti indiretti in BT. Normativa di legge e tecnica. Impianti elettrici di cantiere. Lavori in presenza di rischio elettrico.

Metodi Didattici

Sono previste 54 ore di didattica frontale che includono 12 ore dedicate alla presentazione di casi di studio reali attraverso progetti, relazioni, piani di sicurezza, cronoprogrammi e materiale multimediale (filmati e foro) relativo a cantieri di costruzione mediamente complessi. Le rimanenti 6 ore del corso sono dedicate alle applicazioni (esercitazioni) relative ad argomenti specifici (FTA, PERT, costi sicurezza e antincendio).
Lo studente ha inoltre la possibilità di applicare le conoscenze e le capacità acquisite attraverso il corso SOLC con la redazione di un Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC), prevista nell’ambito delle attività di laboratorio (Lab SOLC) successive al corso.

Verifica dell'apprendimento

È prevista la sola prova orale con attribuzione di voto in trentesimi. La prova include: la soluzione di un esercizio (FTA, PERT, costi sicurezza e antincendio), una domanda sulla Direttiva Cantieri e una domanda su uno degli altri argomenti trattati nel corso. Particolare attenzione è posta all’accertamento delle competenze acquisite in materia di gestione della sicurezza nei cantieri temporanei e mobile (figure e ruoli previste dalle norme, struttura e contenuto dei piani di sicurezza, programmazione dei lavori in cantiere e valutazione dei rischi da interferenza). Nell’attribuzione del voto finale, la domanda sulla Direttiva Cantieri è quella con maggior peso, anche in considerazione della necessità di accertare l’acquisizione di conoscenze e competenze adeguate allo svolgimento del ruolo di Coordinatore per la Sicurezza e la Salute nei cantieri temporanei o mobili. Nell’attribuzione del voto finale sono inoltre valutate:
- le abilità comunicative (verbali, scritte e grafiche)
- le capacità logiche applicate alla risoluzione degli esercizi e alla presentazione orale degli argomenti trattati
- la competenza linguistica, generale e specifica del settore lavorativo oggetto del corso (ingegneria civile, progettazione, appalti e cantieri delle costruzioni)
Solo per coloro che hanno frequentato il laboratorio (Lab SOLC) è prevista la presentazione del Piano di Sicurezza e Coordinamento redatto sulla base di un progetto assegnato. È valutata positivamente la partecipazione attiva dello studente alle lezioni e al laboratorio.

Verifica dell'apprendimento

È prevista la sola prova orale con attribuzione di voto in trentesimi. La prova include: la soluzione di un esercizio (FTA, PERT, costi sicurezza e antincendio), una domanda sulla Direttiva Cantieri e una domanda su uno degli altri argomenti trattati nel corso. Particolare attenzione è posta all’accertamento delle competenze acquisite in materia di gestione della sicurezza nei cantieri temporanei e mobile (figure e ruoli previste dalle norme, struttura e contenuto dei piani di sicurezza, programmazione dei lavori in cantiere e valutazione dei rischi da interferenza). Nell’attribuzione del voto finale, la domanda sulla Direttiva Cantieri è quella con maggior peso, anche in considerazione della necessità di accertare l’acquisizione di conoscenze e competenze adeguate allo svolgimento del ruolo di Coordinatore per la Sicurezza e la Salute nei cantieri temporanei o mobili. Nell’attribuzione del voto finale sono inoltre valutate:
- le abilità comunicative (verbali, scritte e grafiche)
- le capacità logiche applicate alla risoluzione degli esercizi e alla presentazione orale degli argomenti trattati
- la competenza linguistica, generale e specifica del settore lavorativo oggetto del corso (ingegneria civile, progettazione, appalti e cantieri delle costruzioni)
Solo per coloro che hanno frequentato il laboratorio (Lab SOLC) è prevista la presentazione del Piano di Sicurezza e Coordinamento redatto sulla base di un progetto assegnato. È valutata positivamente la partecipazione attiva dello studente alle lezioni e al laboratorio.

Testi

D. Lgs. 81/08 (Testo unico in materia di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro). Reperibile on line in formato pdf.
D. Lgs. 50/16 (Il Codice Dei Contratti Pubblici Di Lavori, Forniture E Servizi). Reperibile on line in formato pdf.
VANNINI - La pratica amministrativa e contabile nelle opere pubbliche - Valentinetti
EPC - Analisi dei prezzi in edilizia e ingegneria civile - Del Mastro
DF - Il cantiere edile - Bardelli e Coppo
DF - Il piano di sicurezza e di coordinamento - Moro
DF - PSC e PSS, Guida pratica alla redazione, Brambilla e Maninetti
DF - POS e PIMUS, Guida pratica alla redazione, Brambilla e Maninetti

Testi

D. Lgs. 81/08 (Testo unico in materia di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro). Reperibile on line in formato pdf.
D. Lgs. 50/16 (Il Codice Dei Contratti Pubblici Di Lavori, Forniture E Servizi). Reperibile on line in formato pdf.
VANNINI - La pratica amministrativa e contabile nelle opere pubbliche - Valentinetti
EPC - Analisi dei prezzi in edilizia e ingegneria civile - Del Mastro
DF - Il cantiere edile - Bardelli e Coppo
DF - Il piano di sicurezza e di coordinamento - Moro
DF - PSC e PSS, Guida pratica alla redazione, Brambilla e Maninetti
DF - POS e PIMUS, Guida pratica alla redazione, Brambilla e Maninetti

Altre Informazioni

Materiale didattico
Il materiale didattico aggiornato è disponibile on line sulla piattaforma e-learning dell’Ateneo (http://moodle.unica.it/) e include per ogni argomento: la dispensa, le slide della lezione, esercizi applicativi e link utili per approfondimenti. Sono inoltre disponibili estratti di Piani di Sicurezza e Coordinamento (PSC) riferiti a casi di studio concreti e materiale utile alla valutazione della durata delle fasi di lavoro (finalizzata alla programmazione), alla stima dei costi sicurezza e alla redazione del PSC.
Certificazione
A partire dalla coorte 20013-14, la certificazione che abilita allo svolgimento del ruolo di Coordinatore per la Sicurezza e la Salute nei cantieri temporanei o mobili è rilasciata agli studenti che frequentano il corso di Sicurezza del lavoro e Difesa Ambientale (SLDA), il corso di Sicurezza e Organizzazione del lavoro in Cantiere (SOLC) e il Laboratorio di Sicurezza e Organizzazione del Lavoro in Cantiere (Lab SOLC), superano le prove d’esame di SLDA e SOLC e presentano un Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) sulla base di un progetto assegnato in laboratorio.

Altre Informazioni

Materiale didattico
Il materiale didattico aggiornato è disponibile on line sulla piattaforma e-learning dell’Ateneo (http://moodle.unica.it/) e include per ogni argomento: la dispensa, le slide della lezione, esercizi applicativi e link utili per approfondimenti. Sono inoltre disponibili estratti di Piani di Sicurezza e Coordinamento (PSC) riferiti a casi di studio concreti e materiale utile alla valutazione della durata delle fasi di lavoro (finalizzata alla programmazione), alla stima dei costi sicurezza e alla redazione del PSC.
Certificazione
A partire dalla coorte 20013-14, la certificazione che abilita allo svolgimento del ruolo di Coordinatore per la Sicurezza e la Salute nei cantieri temporanei o mobili è rilasciata agli studenti che frequentano il corso di Sicurezza del lavoro e Difesa Ambientale (SLDA), il corso di Sicurezza e Organizzazione del lavoro in Cantiere (SOLC) e il Laboratorio di Sicurezza e Organizzazione del Lavoro in Cantiere (Lab SOLC), superano le prove d’esame di SLDA e SOLC e presentano un Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) sulla base di un progetto assegnato in laboratorio.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar