I seminari degli ex-studenti

 

 

24 Giugno 2019

Palazzo Siotto (via dei Genovesi, 114) ore  18:15

Martina Manchia

Titolo: La geometria degli origami

Abstract: ci sono gli Origami e c’è la Matematica ed esiste un punto di incontro tra loro: ce lo spiegano due matematici, Huzita e Hatori, nella loro teoria assiomatica che apre le porte alla Geometria degli Origami. Quello che più ci stupisce è che tale strumento ci permette di realizzare tutto ciò che è costruibile con riga e compasso e in più qualcosa che non lo è. A seguire proiezione di un breve documentario su origami artistici realizzati grazie alla matematica. Ingresso libero.

10 Giugno 2019

Palazzo Siotto (via dei Genovesi, 114) ore  18:15

Mariangela Meles

Titolo: Dietamatica, la matematica dell’alimentazione

Abstract: In che modo la matematica può modellizzare il problema della dieta?
Perché le diete miracolose non possono funzionare?
Perché la maggior parte delle volte falliscono nonostante le buone intenzioni iniziali?

27 Maggio 2019

Palazzo Siotto (via dei Genovesi, 114) ore  18:15

Alessandra Cauli

Titolo: In vino…matematicas!

Abstract: Le applicazioni della matematica all’enologia, dalla produzione, conservazione fino alla degustazione. Come misurare il contenuto di una botte, come realizzare una cantina “naturale” alla giusta profondità, come analizzare gli abbinamenti migliori tra vino e cibo.

13 Maggio 2019

Palazzo Siotto (via dei Genovesi, 114) ore 18:15

Nicola Calamia

Titolo: I Numeri 2-Palinvertibili

Abstract: Quando si gioca con i numeri naturali si possono scoprire tante piccole e grandi curiosità. Se poi ci si sofferma ai numeri palindromi, si entra in un magico mondo di specchi, dove ogni oggetto è gemello del suo inverso cifrario. Cosa succede allora se facciamo il quadrato di un numero palindromo? E se cambiamo base? Chi sono questi nuovi numeri chiamati 2-Palinvertibili? Queste domande e altre curiosità verranno affrontate durante questo (giocoso) seminario.

29 Aprile 2019

Palazzo Siotto (via dei Genovesi, 114) ore  19:30

Sonia Cannas

Titolo: Musica irrazionale

Abstract: Esploreremo i legami tra numeri, matematica e composizioni musicali. Il seminario sarà accompagnato da Claudio Mosca al pianoforte con esecuzione di composizioni con una forte connotazione matematica (Schubert, “Valses sentimentales”; Stockhausen, “Klavierstück IX”). 

8 Aprile 2019

Palazzo Siotto (via dei Genovesi, 114) ore  17:15

Samuele Madau

Titolo: Cubo di Rubik e cubologia

Abstract: Il “Cubo di Rubik”, chiamato originariamente “Cubo Magico” fu inventato nel 1974 da Erno Rubik, scultore e professore di architettura ungherese. Il rompicapo suscitò subito molto interesse, facendo di Rubik l’uomo più ricco del suo paese nel giro di pochi anni. Esso all’apparenza esterna presenta 9 quadrati su ognuna delle sue sei facce, per un totale di 54 quadrati colorati. Solitamente i quadrati differiscono tra loro per il colore, con un totale di 6 colori differenti.

Lo scopo del gioco è quello di risalire alla posizione originale dei cubetti, cioè fare in modo che ogni faccia abbia tutti i nove quadrati dello stesso colore

Il numero di configurazioni che può assumere il cubo di Rubik è 43.252.003.274.489.856.000. Si pensi che se si avessero a disposizione tanti cubi di Rubik quante sono le sue possibili configurazioni, sarebbe possibile ricoprire la superficie della Terra 275 volte. Ma cosa succede disassemblando il cubo e rimontandolo in modo completamente casuale? Sarà ancora risolvibile?

A questa domanda risponde la prima legge di cubologia, che fornisce le condizioni necessarie e sufficienti affinché un cubo di Rubik, disassemblato e riassemblato, sia risolvibile.

13  Marzo 2019

Palazzo Siotto (via dei Genovesi, 114) ore  17:15

Giulia  Orrù 

Titolo: La Matematica nei mosaici dell’Alhambra

Abstract: L’Alhambra è un complesso di palazzi situato a Granada,

in Spagna. All’interno dell’edificio sono presenti dei mosaici i cui gruppi

di simmetria sono un esempio di gruppi cristallografici piani. Un attento

studio, basato  principalmente sull’Algebra, permette di individuare il 

numero esatto di questa categoria di sottogruppi delle isometrie del piano:

sono solo 17. Come avviene questa classificazione? Nel seminario darò

un’idea della dimostrazione  sfruttando i reticoli bidimensionali e i gruppi

puntuali. Perché i Mosaici dell’Alhambra ne sono un esempio illustre?

Nonostante esistano ancora controversie, pare che all’interno  dell’edificio

sia presente almeno un esempio di ciascuno dei 17 gruppi.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar