Programmi dei corsi

 

60/72/3 - CHIMICA E FARMACOLOGIA DELLA TRASMISSIONE NERVOSA

Anno Accademico ​2015/2016

Docente
LAURA ​DAZZI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento
ITALIANO​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[60/72] ​ ​NEUROPSICOBIOLOGIA [60/72-00 - Ord. 2015] ​ ​PERCORSO COMUNE660
Obiettivi

L’insegnamento si propone di approfondire gli aspetti relativi alla struttura molecolare, sintesi, destino metabolico (accumulo, secrezione e metabolismo) dei più importanti neurotrasmettitori e dei neuromodulatori delle principali aree e vie nervose.
Verrà descritto l’utilizzo di anticorpi marcati con isotopi radioattivi per la determinazione qualitativa e quantitativa di molecole biologicamente attive (RIA). Il corso affronterà inoltre le tecniche cromatografiche e la loro applicazione per la separazione e misurazione di steroidi, monoamine e acetilcolina. Verrà presentata la tecnica della microdialisi come mezzo di raccolta di campioni di liquido extracellulare da specifiche aree cerebrali.

Conoscenza e capacità di comprensione:
Lezioni teoriche pianificate per guidare lo studente all’acquisizione di strumenti critici e familiarità con le tematiche inerenti le basi della secrezione regolata di neurotrasmettitori: rilascio e meccanismi di ricattura di neurotrasmettitori classici e peptidici da parte delle cellule neuronali e le reazioni che portano alla sintesi e al metabolismo dei principali neurotrasmettitori e neuromodulatori del SNC. Lezioni pratiche di laboratorio per facilitare l'acquisizione di una profonda comprensione delle tecniche applicabili alla neurochimica e delle loro limitazioni.

Capacità applicative:
Le lezioni teoriche e le attività pratiche in laboratorio saranno volte a fornire agli studenti le basi conoscitive per la comprensione dei meccanismi che portano alla sintesi, al metabolismo, al rilascio dei principali neurotrasmettitori e neuromodulatori, ed i principali metodi neurochimici utilizzati per lo studio di questi meccanismi. L'insieme di queste nozioni sarà utile per la comprensione ed acquisizione dei concetti impartiti nei corsi successivi.

Autonomia di giudizio:
Le lezioni teoriche e pratiche in laboratorio saranno impostate in modo da consentire allo studente di valutare in modo critico le conoscenze acquisite, di integrarle con nozioni precedentemente apprese e di porre solide basi per l'apprendimento di concetti che verranno impartiti nei corsi successivi. Gli studenti saranno inoltre in grado di poter leggere e apprezzare criticamente la letteratura scientifica, nazionale e internazionale, sugli argomenti trattati nel corso.

Abilità nella comunicazione:
Gli studenti dovranno dimostrare di aver acquisito la capacità di esprimere (oralmente e/o con schemi) in modo chiaro e con termini scientificamente appropriati le nozioni impartite nel corso ad interlocutori specialisti e non specialisti.

Capacità di apprendere:
Conoscenze teoriche essenziali delle basi della neurochimica acquisite da testi avanzati di neurochimica di livello universitario e da pubblicazioni su riviste internazionali utili per lo sviluppo, l’approfondimento e l’aggiornamento continuo delle conoscenze. Conoscenza delle principali metodologie sperimentali comunemente applicate agli studi di neurochimica.

Prerequisiti

Solide conoscenze di base di chimica, biochimica, farmacologia e della struttura e funzione del neurone.

Contenuti

La vescicola sinaptica: struttura, composizione e meccanismi per l’accumulo dei neurotrasmettitori al suo interno.
Principi alla base della secrezione regolata di neurotrasmettitori: rilascio e meccanismi di ricattura di neurotrasmettitori classici e peptidici da parte delle cellule neuronali.
Neurotrasmettitori:
Acetilcolina: Distribuzione, Sintesi, Metabolismo, Cenni alla funzione dell’acetilcolina nel SNC.
Monoamine: Noradrenalina: Distribuzione, Sintesi, Metabolismo, Cenni alla funzione della noradrenalina nel SNC. Dopamina: Sistemi dopaminergici, Sintesi, Metabolismo, Cenni alla funzione della dopamina nel SNC. Serotonina: Distribuzione, Sintesi, Metabolismo, Cenni alla funzione della serotonina nel SNC.
Aminoacidi inibitori: Acido gamma amino butirrico (GABA): Distribuzione, Sintesi, Metabolismo, Cenni alla funzione del GABA nel SNC. Glicina: Distribuzione, Sintesi, Metabolismo, Cenni alla funzione della glicina nel SNC.
Aminoacidi eccitatori: Acido Glutamico: Distribuzione, Sintesi, Metabolismo, Cenni alla funzione dell’acido glutamico nel SNC.
Acido aspartico: Distribuzione, Sintesi, Metabolismo, Cenni alla funzione dell’acido aspartico nel SNC.
Purine: Distribuzione, sintesi, Metabolismo, cenni alla funzione delle purine nel SNC.
Nitrossido: Distribuzione, Sintesi, Metabolismo, cenni alla funzione del nitrossido nel SNC.
Peptidi neuroattivi: Differenze tra neuro peptidi e neurotrasmettitori. Distribuzione, Sintesi, Metabolismo. Vasopressina e ossitocina, VIP, Peptidi oppioidi, Somatostatina, Colecistochinina, Neurotensina, CRF, Sostanza P, NPY
Dosaggio radioimmunologico (RIA). Utilizzo di anticorpi marcati con isotopi radioattivi per la determinazione qualitativa e quantitativa di molecole biologicamente attive.
Tecniche cromatografiche: principi teorici, colonne (impaccate e capillari; a scambio ionico o a fase inversa), fase mobile, HPLC, rivelatore elettrochimico (elettrodi a superficie, a flusso radiale, coulometrici). Analisi qualitativa e quantitativa. Trattamento dei campioni.
Applicazione della tecnica: i) purificazione di molecole biologicamente attive da tessuti animali; ii) dosaggio dei livelli extracellulari di neurotrasmettitori in specifiche aree cerebrali.
Microdialisi trasversa e verticale per la raccolta di campioni di liquido extracellulare in specifiche aree cerebrali del ratto: principi teorici, preparazione delle fibre, raccolta dei campioni.

Metodi Didattici

3 CFU (24 ore) di lezioni frontali e 3 CFU (36 ore) di laboratorio

Verifica dell'apprendimento

Giudizio finale
Il voto finale tiene conto di vari fattori:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
e) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
f) Capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.
Qualità relazionali:
Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
Qualità personali:
a) spirito critico;
b) capacità di autovalutazione.

Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Golan “Principi di Farmacologia” Editrice Ambrosiana
Clementi-Fumagalli “Farmacologia cellulare e molecolare” UTET
Goodman & Gilman “Le basi farmacologiche della terapia” McGraw-Hill

Altre Informazioni

Durante le lezioni il docente fornirà dispense, reviews e pubblicazioni sugli argomenti del corso

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar