Il Corso di Laurea

 

[60/72] ​ ​NEUROPSICOBIOLOGIA

Facoltà di ​BIOLOGIA E FARMACIA

Ordinamento
NEUROPSICOBIOLOGIA ​
Durata
2 ​Anni ​
Crediti
120 ​
Tipo di Corso
Corso di Laurea Magistrale ​
Normativa
D.M. 270/2004 ​
Classe di Laurea
LM-6 - Classe delle lauree magistrali in Biologia
Sedi Didattiche
Cagliari - Università degli Studi ​
Sito del Corso
Accedi alla pagina web del Corso ​
Elenco Insegnamenti per Percorso/Curriculum
PERCORSO COMUNE - Ordinamento 2015


Requisiti di accesso


Titoli
 ​
Un'opzione a scelta tra le seguenti
1. - ​Laurea di Primo Livello (triennale) - in ipotesi
2. - ​Laurea ante riforma (vecchio ordinamento)
3. - ​Laurea Specialistica
4. - ​Laurea Magistrale
5. - ​Titolo straniero


Ruoli


Coordinatore
ANTONIO ​PUSCEDDU
apusceddu@unica.it


Date e Scadenze


Leggi il Manifesto generale degli studi

Contribuzione studentesca


Leggi il Regolamento contribuzione studentesca

Tassa per la partecipazione ai test di ammissione ai Corsi di studio Euro 22,78
Studenti in corso - Contributo onnicomprensivo annuale da Euro 315,52 a Euro 2.943,18 in funzione dell'ISEE e dei CFU acquisiti
Studenti fuori corso - Contributo onnicomprensivo annuale da Euro 315,52 a Euro 3.926,15 in funzione dell'ISEE, dell'anno di fuori corso e dei CFU acquisiti
Imposta di bollo Euro 16
Tassa regionale ERSU per reddito complessivo familiare superiore a Euro 25.000 Euro 140
Sono previsti esoneri totali dal pagamento delle tasse o parziali (contributo calmierato e riduzioni), indicati nel Regolamento contribuzione studentesca che è opportuno consultare.

Informazioni generali


Accesso ad ulteriori studi

Corsi del Terzo Ciclo

Status professionale conferito dal titolo

I laureati magistrali potranno operare:
- nell'ambito della ricerca e della sperimentazione biomedica;
- nello sviluppo di metodiche diagnostiche e nella divulgazione scientifica nel campo della biomedicina.
- industrie biotecnologiche;
- laboratori di analisi chimico-cliniche e analisi nell'ambito della qualità di prodotti rilevanti per la salute umana;
- pubblica amministrazione;

Caratteristiche prova finale

Per il conseguimento della Laurea Magistrale è prevista una tesi sperimentale originale condotta dallo studente sotto la guida di un docente, di norma appartenente al corso di laurea magistrale, che svolge la funzione di relatore della dissertazione. Di norma la tesi viene svolta presso un Dipartimento universitario; il lavoro di tesi può anche essere svolto, con l'accordo del Consiglio di Classe, presso laboratori di ricerca di Enti pubblici o privati esterni all'Università. La tesi deve essere discussa pubblicamente nel corso della seduta di un'apposita Commissione. La dissertazione potrà essere scritta in lingua italiana o inglese e dovrà avere la forma tipica di un lavoro scientifico completo anche in termini di organizzazione generale (Abstract, Introduzione, Materiali e Metodi, Risultati, Discussione, Bibliografia, Tabelle e Figure). Il giudizio della Commissione di Laurea sarà formulato secondo modalità definite nel Regolamento Didattico del Corso di Studio.

Conoscenze richieste per l'accesso

Gli studenti che intendono iscriversi al Corso di Laurea Magistrale in Neuropsicobiologia devono essere in possesso di un diploma di Laurea o di altro titolo conseguito all'estero, riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente.
Per l'accesso al Corso di Laurea Magistrale sarà inoltre necessario dimostrare il possesso di requisiti curriculari corrispondenti ad adeguati numeri di CFU in gruppi di settori scientifico-disciplinari che verranno definiti nel regolamento didattico, la conoscenza della lingua inglese e un'adeguata preparazione sia nelle materie fondamentali alla preparazione del biologo, quali matematica, fisica, chimica e informatica, che nelle discipline biologiche di base che forniscono le conoscenze imprescindibili sull'organizzazione degli esseri viventi a livello morfologico, funzionale e strutturale. La verifica del possesso di tali conoscenze avverrà secondo modalità definite nel Regolamento Didattico del Corso di Studio.

Titolo di studio rilasciato

Laurea Magistrale in Neuropsicobiologia

Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione

ITALIANO

Abilità comunicative

I laureati in Neuropsicobiologia dovranno essere in grado di:
- utilizzare competenze e capacità comunicative per inserirsi efficacemente in gruppi di lavoro, anche multidisciplinari, e di offrire in maniera chiara e precisa il proprio apporto specifico;
- elaborare dati avvalendosi di sistemi informatici, di presentarli e discuterli efficacemente anche in lingua inglese, in forma scritta e orale;
- aver acquisito la capacità di comunicare i risultati della propria attività di ricerca sia nei contesti scientifici sia nei contesti divulgativi.
Tali capacità saranno acquisite durante le attività di laboratorio teorico/pratiche, i cicli seminariali, il tirocinio formativo e il percorso progettuale di tesi di laurea. Tali capacità saranno valutate attraverso la presentazione di articoli scientifici che sarà parte integrante dell'esame di profitto di numerosi corsi; attraverso la capacità di fornire un contributo originale e individuale a progetti e relazioni nell'ambito delle attività di laboratorio di alcuni corsi; attraverso le relazioni periodiche durante le attività sperimentali connesse con la preparazione della tesi di laurea.

Autonomia di giudizio

I laureati dovranno possedere la capacità di formazione di giudizio autonomo e critico nella valutazione di dati sperimentali o analitici, autonomamente ottenuti o derivati dalla letteratura scientifica. Saranno inoltre in grado di acquisire un approccio critico e responsabile alla deontologia professionale e alle problematiche bioetiche. La verifica dell'autonomia di giudizio sarà effettuata attraverso la valutazione della capacità di interpretare e rielaborare, in gruppo o sotto la guida dei singoli docenti, della capacità di esporre i risultati sperimentali ottenuti in attività seminariali, e della capacità di integrare e applicare le competenze acquisite in occasione della progettazione, elaborazione e discussione della tesi di laurea.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Area Generica
I laureati magistrali in Neuropsicobiologia dovranno essere in grado di applicare le conoscenze multidisciplinari acquisite allo svolgimento di attività di ricerca, di base o applicata. di attività produttive o di servizio nei settori biologico, biomedico, biomolecolare e biotecnologico. Dovranno essere anche in grado di applicare le conoscenze acquisite attraverso l'uso di metodologie con particolare riferimento all'utilizzo di modelli in vivo ed in vitro per la comprensione dei meccanismi molecolari e cellulari alla base del funzionamento del cervello, dell'azione dei farmaci psicotropi, e della patogenesi di molte malattie nervose.
Tali capacità saranno acquisite attraverso attività di laboratorio teorico-pratiche relative all'apprendimento della neuroinformatica, alle analisi quantitative e qualitative di molecole biologiche, alle analisi morfologiche mediante tecniche di microscopia a fluorescenza e confocale, alle analisi neurobiologiche mediante tecniche neurochimiche e di biologia molecolare, alle analisi funzionali mediante tecniche di microdialisi, elettrofisiologiche e comportamentali, nonché attività individuali connesse alla preparazione della tesi di laurea.
L'acquisizione di tali competenze sarà accertata e valutata mediante prove in itinere e prova finale, scritte e/o orali.
Queste capacità saranno ulteriormente affinate e personalizzate nel Tirocinio formativo e nel percorso progettuale per la tesi di laurea magistrale che, per la sua natura sperimentale, si pone come momento applicativo delle conoscenze e delle comprensioni specialistiche.

Discipline del settore biodiversità e ambiente
Attività pratiche autonome e guidate per la determinazione dei polimorfismi genetici:
- lavoro di gruppo in laboratorio per l’estrazione del DNA umano da tampone buccale, e la quantizzazione
dello stesso;
- lavoro individuale per l’amplificazione dei frammenti di DNA di interesse, digestione con enzimi di
restrizione e riconoscimento dei frammenti mediante elettroforesi su gel (agarosio o poliacrilamide).
- Analisi statistiche dei dati.

Discipline del settore biomolecolare
Acquisizione della capacità di formulare e motivare un possibile protocollo per l’identificazione e caratterizzazione di geni candidati per caratteri semplici e complessi.

Discipline del settore biomedico
Attraverso l'utilizzo di attività autonome e guidate per la sistematizzazione delle conoscenze, lo studente acquisirà capacità di applicare le conoscenze di base e capacità di comprensione in maniera da dimostrare competenze adeguate per ideare e sostenere argomentazioni nei campi di base delle neuroscienze e della neuropsicofarmacologia.

Attività formative affini o integrative
Le attività formative affini o integrative forniscono allo studente la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite per progettare e realizzare ricerche nell’ambito della neuropsicofarmacologia. Gli studenti acquisiranno inoltre la capacità di leggere dei brevi riassunti di ricerca, individuare le variabili rilevanti, stabilire i livelli di misurazione appropriati, applicare le statistiche descrittive ed inferenziali di base, progettare e realizzare studi empirici e sperimentali, utilizzare le principali tecniche di analisi dei dati, rappresentare in forma grafica o tabellare i risultati principali ottenuti.

Attività formative per la prova finale
Il Tirocinio prevede un periodo di formazione non inferiore alle 250 ore e può essere svolto presso laboratori di ricerca afferenti all’Università o presso laboratori esterni, pubblici o privati, convenzionati con l’Università. In ogni caso, un docente della Classe deve essere il supervisore delle attività di Tirocinio. A conclusione di tale periodo verrà rilasciato dal docente supervisore un attestato finale comprovante l’acquisizione dei CFU relativi che viene poi trasmesso alla Segreteria studenti.

Capacità di apprendimento

I laureati dovranno essere in grado di
- utilizzare gli strumenti informatici necessari per l'accesso e l'utilizzo della letteratura scientifica in inglese e delle banche dati genomiche, molecolari e strutturali,
-apprendere in modo autonomo le tendenze più recenti della ricerca scientifica internazionale e lo sviluppo delle tecnologie innovative e delle loro applicazioni nei campi di pertinenza;
- selezionare le informazioni disponibili e valutarne l'attendibilità ai fini di un aggiornamento continuo delle conoscenze;
- condurre test ed esperimenti preclinici sui farmaci e i loro effetti.
Tali capacità saranno acquisite, attraverso
- attività comuni (partecipazione a seminari, anche in inglese, e discussione metodologica di articoli scientifici recenti).
- attività individuali, durante la preparazione della tesi di laurea
e verificate con il superamento dei relativi esami di profitto.

Conoscenza e comprensione

Area Generica
Il titolo finale del corso sarà conferito agli studenti che avranno dimostrato l'acquisizione di conoscenze e capacità di comprensione che integrano e accrescono quelle della laurea di primo livello nei settori biomedico, biomolecolare e biodiversità, con particolare riferimento alle conoscenze di neurobiologia e neuropsicofarmacologia. Nello specifico, ci si aspetta che gli studenti, sia mediante lo studio di testi e articoli scientifici di contenuto avanzato, sia attraverso l'utilizzo del lavoro di gruppo e la didattica tutoriale in piccoli gruppi, abbiano acquisito competenze relative:
- negli insegnamenti del primo anno, alla neuroanatomia, neurochimica e farmacologia della trasmissione nervosa, neurogenetica, neuroendocrinologia e chimica applicata alle biotecnologie;
- negli insegnamenti del secondo anno alla neuroinformatica, neuropsicofarmacologia, neurogenomica, neurotossicologia, antropologia e psicobiologia.
Le competenze acquisite verranno verificate:
- per gli insegnamenti monodisciplinari mediante una prova finale scritta e/o orale;
- per gli insegnamenti articolati in moduli coordinati (Neurogenomica e Lab Neurobiologia Cellulare) mediante un'unica prova finale scritta e/o orale, valutata collegialmente dai docenti titolari.

Discipline del settore biodiversità e ambiente
Lezioni teoriche mirate a far acquisire allo studente conoscenze approfondite sulla variabilità genetica e sui polimorfismi del DNA umano e la loro applicazione in campo popolazionistico. Capacità di comprendere i meccanismi evolutivi e la loro interazione con la pressione ambientale.

Discipline del settore biomolecolare
Conoscenza dei più aggiornati sviluppi nel campo della genetica e della genomica.
Conoscenza delle metodologie sperimentali utilizzate per lo studio dei genomi e l’identificazione di geni.


Discipline del settore biomedico
Tramite lezioni teoriche e pratiche pianificate lo studente acquisirà nozioni e familiarità con le tematiche inerenti l'organizzazione generale del sistema nervoso dal punto di vista anatomo-topografico, odologico, della neuroanatomia chimica e delle correlazioni funzionali; i meccanismi biomolecolari e neurochimici alla base del funzionamento delle cellule nervose; conoscenze di base per la comprensione del sistema endocrino; la neuropsicofarmacologia e la psicobiologia; le più recenti scoperte e sviluppi nel campo della neurogenomica e farmacogenomica; il comportamento animale; i fondamentali concetti di tossicologia generale necessari per la comprensione dei potenziali danni al sistema nervoso; ed inoltre i concetti di tossicodipendenza fisica, psicologica e di tolleranza nonché la conoscenza dei meccanismi molecolari coinvolti in questi fenomeni relativamente ai più diffusi farmaci d’abuso.
Lo studente acquisirà inoltre conoscenze sulle metodiche e la strumentazione più frequentemente utilizzate per lo studio delle neuroscienze e sull'utilizzo applicativo delle più moderne metodologie sperimentali per l’avanzamento degli studi in questi campi della ricerca.

Attività formative affini o integrative
Conoscenze di base nel campo della neurobiologia cellulare, del comportamento animale, della neuropsicofarmacologia, della psicobiologia e delle metodologie statistiche e psicometriche più appropriate per l’analisi delle prestazioni comportamentali e di dati di tipo neurochimico, biomolecolare ed elettrofisiologico, test per la valutazione dei processi cognitivi ed emotivo-motivazionali; capacità di comprendere sulla base di descrizioni sintetiche le modalità di trattamento e controllo delle variabili rilevanti nella ricerca psicobiologica; metodi di simulazione numerica di modelli computazionali; capacità di applicare tali conoscenza anche a nuovi ambiti di tipo interdisciplinare al fine di valutare l’evoluzione temporale di deficit eventuali, anche in relazione a trattamenti psicologici riabilitativi o farmacologici.

Attività formative per la prova finale
Lo svolgimento del Tirocinio e della Prova finale rappresenta una parte cospicua, distribuita nell’arco dei due anni, dell’impegno didattico dello studente e prevede lo sviluppo di una ricerca originale sulle tematiche delle neuroscienze e della neuropsicofarmacologia.. Per quanto riguarda la scelta dell’attività di Tirocinio e di Preparazione della tesi, lo studente potrà presentare richiesta contestuale al Presidente e al docente della Classe prescelto quale supervisore, il quale rilascerà un’attestazione comprovante l’impegno ad accettare lo studente per lo svolgimento delle attività formative di Tirocinio. Tale attestazione costituisce parte integrante del piano di studio.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

Biologo preposto all'applicazione ed esecuzione con autonomia tecnico-professionale di attività che implicano l'uso di metodologie avanzate, innovative e sperimentali con una solida preparazione dal punto di vista tecnologico sulle metodologie di indagine in ambito biomedico con particolare riguardo all'ambito della ricerca neurobiologica sperimentale, di base ed applicata.
Il CLM in Neuropsicobiologia è volto a completare le conoscenze di base, acquisite con la laurea di primo livello in Biologia, con conoscenze specifiche nell'ambito della neurobiologia. In particolare il CLM ha l'obiettivo di fornire e sviluppare nello studente conoscenze teoriche e competenze metodologiche nelle discipline relative ai vari ambiti delle neuroscienze, per formare una figura capace di operare nell'ambito della ricerca neurobiologica sperimentale, di base e applicata al campo della neuropsicofarmacologia.
I laureati magistrali potranno operare:
- nell'ambito della ricerca e della sperimentazione biomedica presso Università ed Enti pubblici o Centri di ricerca, con funzione di responsabilità in particolare nelle strutture coinvolte nello sviluppo e sperimentazione di nuovi prodotti farmacologici;
- nello sviluppo di metodiche diagnostiche e nella divulgazione scientifica nel campo della biomedicina.
- industrie biotecnologiche;
- laboratori di analisi chimico-cliniche e analisi nell'ambito della qualità di prodotti rilevanti per la salute umana;
- pubblica amministrazione, svolgendo attività di consulenza o di insegnamento nella scuola, una volta completato il processo di abilitazione all'insegnamento e superati i concorsi previsti dalla normativa vigente;
La laurea magistrale fornisce inoltre i contenuti necessari alla prosecuzione dell'attività di studio e di ricerca nei vari settori della neurobiologia e della neuropsicofarmacologia, consentendo inoltre la possibilità di accedere ai corsi di Dottorato di Ricerca, master di secondo livello ed altri corsi di perfezionamento e di specializzazione post lauream.
Il laureato magistrale potrà iscriversi, previo superamento del relativo esame di stato, all'Albo per la professione di biologo sezione A (G.U. 17 agosto 2001 n.190 serie generale Capo VI art. 31-34), per lo svolgimento delle attività codificate.

Competenze associate alla funzione

Biologo preposto all'applicazione ed esecuzione con autonomia tecnico-professionale di attività che implicano l'uso di metodologie avanzate, innovative e sperimentali con una solida preparazione dal punto di vista tecnologico sulle metodologie di indagine in ambito biomedico con particolare riguardo all'ambito della ricerca neurobiologica sperimentale, di base ed applicata.
Oltre alle competenze necessarie per ricoprire gli incarichi professionali degli iscritti all'albo dei Biologi sezione A, i laureati dovranno essere in grado di:
- utilizzare gli strumenti informatici necessari per l'accesso e l'utilizzo della letteratura scientifica in inglese e delle banche dati genomiche, molecolari e strutturali,
- apprendere in modo autonomo le tendenze più recenti della ricerca scientifica internazionale e lo sviluppo delle tecnologie innovative e delle loro applicazioni nei campi di pertinenza;
- selezionare le informazioni disponibili e valutarne l'attendibilità ai fini di un aggiornamento continuo delle conoscenze;
- condurre test ed esperimenti preclinici nell'ambito dello sviluppo e sperimentazione di nuovi prodotti farmacologici.

Funzione in contesto di lavoro

Biologo preposto all'applicazione ed esecuzione con autonomia tecnico-professionale di attività che implicano l'uso di metodologie avanzate, innovative e sperimentali con una solida preparazione dal punto di vista tecnologico sulle metodologie di indagine in ambito biomedico con particolare riguardo all'ambito della ricerca neurobiologica sperimentale, di base ed applicata.
Svolgimento di tutte quelle professioni in cui i sistemi cellulari vengono studiati a livello chimico, biochimico, neurochimico, morfologico, fisiologico, genetico mediante attività di laboratorio specifiche; utilizzo di metodologie avanzate, innovative e sperimentali di analisi biologiche e molecolari; sviluppo, controllo e gestione di prodotti biotecnologici e biochimici in campo sanitario ed industriale; comunicazione scientifica specializzata e diffusione dell'innovazione scientifica e tecnologica; individuazione di nuove prospettive e strategie di sviluppo; approccio critico e responsabile alle problematiche etiche e bioetiche.
Potranno inoltre ricoprire tutti gli incarichi previsti dagli iscritti all'albo professionale dei Biologi sezione A.

Descrizione obiettivi formativi specifici

Il CdLM in Neuropsicobiologia è volto a completare le conoscenze di base, acquisite con la laurea di primo livello in Biologia, con conoscenze specifiche nell'ambito della neurobiologia. In particolare il CdLM ha l'obiettivo di fornire e sviluppare nello studente conoscenze teoriche e competenze metodologiche nelle discipline relative ai vari ambiti delle neuroscienze, per formare una figura capace di operare nell'ambito della ricerca neurobiologica sperimentale, di base e applicata al campo della neuropsicofarmacologia. Il CdLM riflette l'attività di ricerca svolta nei Dipartimenti a cui afferiscono i docenti del corso e intende permettere ai laureati di conseguire preparazione e competenze secondo i principi di armonizzazione Europea così come specificati a livello nazionale dal CBUI per la classe LM-6. La tabella Tuning-sede Cagliari contiene il dettaglio delle competenze sviluppate e verificate per ciascuna unità didattica.
In dettaglio, il percorso formativo è organizzato in modo da fornire:
- solide conoscenze teoriche di neurobiologia, neuroanatomia, neurochimica, neurogenetica, neurogenomica, neuropsicofarmacologia e neurotossicologia, con particolare riguardo ai meccanismi molecolari che sottendono la fisiopatologia dei disturbi neuropsichiatrici;
- una solida preparazione dal punto di vista tecnologico mediante l'acquisizione di abilità applicative delle più moderne e avanzate metodologie di indagine in ambito biomedico (biologia molecolare, neurochimica, elettrofisiologia, microscopia confocale, comportamento animale) utilizzate nella ricerca neurobiologica e neuropsicofarmacologica;
- nozioni di neuroinformatica che sviluppino capacità di applicare le tecniche informatiche per la simulazione di particolari aspetti della fisiologia e della farmacologia dei neuroni;
- padronanza del metodo scientifico per l'indagine dei fenomeni neurobiologici e della neuropsicofarmacologia, al fine di ottenere e analizzare dati sperimentali in modo autonomo e di permettere la partecipazione alla progettazione degli esperimenti;
- abilità comunicative per lo scambio di informazioni e per la presentazione dei propri risultati nell'ambito dei diversi aspetti della neurobiologia e della neuropsicofarmacologia, acquisite mediante la ricerca e l'utilizzo della letteratura scientifica di settore, in lingua italiana e inglese.
- approfondimento della lingua inglese acquisita durante la laurea di primo livello, con particolare riferimento al lessico specifico delle discipline neurobiologiche e neuropsicofarmacologiche, sviluppato mediante la lettura guidata di pubblicazioni scientifiche internazionali su contenuti avanzati;
- capacità critica di valutare le prospettive del lavoro di ricerca e di utilizzare le proprie conoscenze scientifiche in ambiti professionali correlati con le discipline biomediche.
La didattica è articolata in lezioni frontali, esercitazioni di laboratorio e cicli seminariali tenuti da ricercatori autorevoli nel campo della neurobiologia e neuropsicofarmacologia e/o dagli stessi studenti. Nel corso di questi ultimi, le lezioni frontali e i contenuti presentati nei libri di testo verranno integrati e affinati tramite la lettura di articoli scientifici internazionali su contenuti avanzati, che verranno discussi collegialmente e criticamente con l'assistenza del docente a seguito della loro presentazione da parte degli studenti.
Le attività formative sono coordinate in modo da connettere le competenze teoriche alle competenze applicative delle metodiche sperimentali specifiche e all'elaborazione dei dati. Inoltre una cospicua parte dell'impegno didattico dello studente, distribuito nell'arco dei due anni, è dedicata allo svolgimento del tirocinio e della prova finale che prevede lo sviluppo di una ricerca originale sulle tematiche delle neuroscienze e della neuropsicofarmacologia. Il percorso formativo comprende discipline del settore Biomedico, Biomolecolare, Biodiversità e Ambiente, Attività Affini e Integrative e a scelta dello studente, e attività per la prova finale. Al fine di poter effettuare eventuali rimodulazioni dopo il primo biennio di attivazione, l'ordinamento didattico è stato formulato in intervalli di crediti.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar