Informazioni generali

 

[60/62] ​ ​SCIENZE NATURALI

Facoltà di ​BIOLOGIA E FARMACIA

Ordinamento
SCIENZE NATURALI
Durata
3 ​Anni
Crediti
180
Tipo di Corso
Corso di Laurea
Normativa
D.M. 270/2004
Classe di Laurea
L-32 - Classe delle lauree in Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura
Sedi Didattiche
Cagliari - Università degli Studi​
Sito del Corso
Accedi alla pagina web del Corso ​
Elenco Insegnamenti per Percorso/Curriculum
PERCORSO COMUNE - Ordinamento 2014


Requisiti di accesso


Titoli
- Titolo di Scuola Superiore​


Coordinatore
VALERIA MARINA ​NURCHI
nurchi@unica.it


Date e Scadenze


Leggi il Manifesto generale degli studi

Contribuzione studentesca


Leggi il Regolamento contribuzione studentesca

Tassa per la partecipazione ai test di ammissione ai Corsi di studio Euro 23,05
Studenti in corso - Contributo onnicomprensivo annuale da Euro 319,30 a Euro 2.978,50 in funzione dell'ISEE e dei CFU acquisiti
Studenti fuori corso - Contributo onnicomprensivo annuale da Euro 335,27 a Euro 4.567,75 in funzione dell'ISEE, dell'anno di fuori corso e dei CFU acquisiti
Imposta di bollo Euro 16
Tassa regionale ERSU per reddito complessivo familiare superiore a Euro 25.000 Euro 140
Sono previsti esoneri totali dal pagamento delle tasse o parziali (contributo calmierato e riduzioni), indicati nel Regolamento contribuzione studentesca che è opportuno consultare.

Informazioni generali


Caratteristiche prova finale

La prova finale consiste nella presentazione di un breve elaborato, con discussione di fronte ad una commissione di laurea in seduta pubblica, con la supervisione di almeno un docente. L'oggetto dell'elaborato scritto può essere relativo all'analisi di letteratura su un determinato argomento naturalistico e/o alla discussione di una contenuta quantità di dati originali, raccolti sul terreno e/o in laboratorio.
La tesi può essere redatta e discussa in lingua italiana o in un'altra lingua della UE (inglese, francese, spagnolo).

Conoscenze richieste per l'accesso

Per l'ammissione al Corso di Laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola media superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.
Lo studente che intende immatricolarsi al Corso di Laurea di Scienze Naturali deve possedere:
- adeguate conoscenze di aritmetica, algebra elementare, geometria, funzioni, grafici, relazioni e rappresentazioni di dati, combinatoria e probabilità, linguaggio degli insiemi e logica elementare, rappresentazione, modellizzazione e soluzione di problemi;
- conoscenze di base di biologia, geologia, chimica e fisica;
- attitudine al metodo scientifico sperimentale, sia in laboratorio che sul campo.

In ottemperanza all' art. 6, comma 1 del D.M. 270/04, la verifica di tali conoscenze di base avverrà tramite una o più prove valutative, organizzate dall'Ateneo di Cagliari e/o dalla Facoltà e dal Corso di Laurea, secondo modalità definite nel regolamento didattico del Corso di Laurea.
Gli eventuali obblighi didattici aggiuntivi scaturiti dalla valutazione dei test verranno soddisfatti nel primo anno di corso mediante attività di sostegno da parte dei docenti interessati.

Titolo di studio rilasciato

Laurea in Scienze Naturali

Obiettivi formativi specifici

- Introduzione alle aree apprendimento in relazione alle destinazioni professionali (sintesi)
Gli sbocchi occupazionali dei laureati in Scienze Naturali sono relativi alla gestione e valorizzazione dell'ambiente naturale; al monitoraggio sugli habitat; alla gestione di musei naturalistici, orti botanici; guida turistica in percorsi di interesse naturalistico e paleobiologico; didattica e divulgazione scientifica. Gli obiettivi formativi sono organici altresì alla prosecuzione degli studi nella laurea magistrale (LM in Scienze della Natura o similari) con riferimento anche alla preparazione della professione di insegnante di scuole medie di primo e secondo grado.
Complessivamente, si erogano insegnamenti nei diversi settori disciplinari di base, nelle discipline caratterizzanti delle Scienze Biologiche, nelle discipline caratterizzanti delle Scienze della Terra, nelle discipline caratterizzanti le tematiche Paleobiologiche e museali, le tematiche sull'ecologia delle acque, sviluppando adeguate competenze interdisciplinari.
Per la gestione di musei naturalistici, orti botanici e guide turistiche di percorso di interesse naturalistico e paleobiologico, il corso offre una preparazione sulla cultura sistematica dell'ambiente naturale e seminaturale; una preparazione nei diversi settori disciplinari di base e approfondimenti delle discipline caratterizzanti delle Scienze Biologiche e delle Scienze della Terra, in particolare delle tematiche Paleobiologiche e museali, sviluppando competenze interdisciplinari. Per il profilo di professionista tecnico della gestione e valorizzazione dell'ambiente naturale e per il monitoraggio sugli habitat, il corso sviluppa capacità di pratica del metodo scientifico per l'analisi delle componenti ambientali e delle loro dinamiche; capacità professionale di leggere l'ambiente nelle sue componenti e di interpretare i fenomeni che la riguardano, come riconoscere le diverse alterazioni naturali, individuare gli interventi necessari per la ricostituzione degli equilibri o la verifica delle condizioni di rischio degli ecosistemi; capacità di diagnosi nella prevenzione e nelle soluzioni di problemi di habitat naturali e seminaturali; capacità di interagire con specialisti delle diverse discipline, con funzionari di enti e gestori e controllori ambientali.
Tra gli obiettivi del corso non è trascurabile l'attenzione verso i comportamenti che devono essere improntati al rispetto per l'ambiente, la propensione all'attività didattica, la disponibilità al lavoro di gruppo, la sensibilità agli aspetti etici e deontologici della professione, la consapevolezza della rilevanza scientifica, economica e sociale dei problemi affrontati.

- Struttura del percorso di studio

Ai fini indicati il corso di laurea in Scienze Naturali eroga una didattica formativa curando una solida preparazione nei diversi settori delle materie di base: Matematica, Chimica generale e inorganica e Chimica organica, Geografia e Cartografia; una preparazione scientifica sulla cultura sistematica dell'ambiente naturale e seminaturale che comprende Zoologia e Botanica sistematica, Mineralogia e Paleontologia; una preparazione avanzata della biosfera, dalla cellula biologica animale e vegetale, gli apparati dell'anatomia umana comparati a quelli di vertebrati e invertebrati, i meccanismi biochimici che regolano le attività metaboliche cellulari dei processi fisiologici; ai fondamenti della genetica e la fisiologia degli apparati e dei meccanismi funzionali (Botanica generale e Zoologia generale, Biochimica e Genetica, Anatomia umana e Anatomia comparata, Antropologia, Fisiologia).
Il corso di laurea fornisce la preparazione nelle discipline abiologiche come la Petrografia, Geochimica e Geologia per la comprensione della costituzione della geosfera e dei processi di trasformazione superficiale e profonda (geodinamica), nell'ottica di creare le basi di una migliore comprensione delle interazioni tra organismi e ambiente. Il corso si modella inoltre a rilevanti esigenze regionali, sviluppando tematiche relative all'ambiente marino per quanto riguarda la Geologia e l' Ecologia. La vocazione alla didattica naturalistica e alla prosecuzione degli studi in un corso magistrale sono corroborate dal rafforzamento di materie di base computazionali (Informatica), dalla conoscenza di una lingua dell'Unione Europea, in special modo dell'inglese. Gli obiettivi vengono perseguiti attraverso lezioni frontali, esercitazioni pratiche di laboratorio, attività pratiche sul terreno come escursioni didattiche e pratica di monitoraggio. Inoltre, al fine di sviluppare capacità di comunicazione scientifica e didattica, numerosi corsi prevedono attività seminariali e di discussione collegiale su argomenti scientifici pertinenti, con l'uso di strumenti multimediali. Il corso di laurea in Scienze Naturali ha la durata di tre anni e comprende un periodo di tirocinio presso enti pubblici e/o privati.

- Variazioni del percorso di studio in funzione degli orientamenti che lo studente ha a disposizione
Non sono previsti orientamenti

III - Autonomia di giudizio

Valutazione consapevole della didattica. Il processo di apprendimento e comprensione è vagliato dallo studente attraverso la somministrazione di verifiche formative in itinere mediante l’uso di questionari finalizzati all’autovalutazione della comprensione e del livello di apprendimento di unità didattiche già completate. I questionari possono essere a risposta aperta, chiusa, multipla e singola cui segue l’attività guidata di correzione delle verifiche con analisi degli errori al fine di colmare tempestivamente eventuali lacune di apprendimento.

- Capacità di raccogliere e monitorare i dati geo-naturalistici e di interpretarli in un'ottica interdisciplinare favorendo l'acquisizione di:
• comportamenti etici nei confronti dell'ambiente e della natura.
• sensibilità agli aspetti deontologici ed etici della professione.
• consapevolezza della rilevanza scientifica, economica e sociale dei problemi affrontati.
- Capacità di valutare le implicazioni sociali ed etiche sull'ambiente naturale, sulla base delle proprie conoscenze legislative.
- Capacità di lavorare con relativa autonomia.
Gli studenti acquisiscono tali capacità attraverso i suggerimenti e gli stimoli impartiti dai docenti durante le lezioni, le esercitazioni e le escursioni. L'acquisizione dell'autonomia di giudizio avviene inoltre durante il periodo di tirocinio e durante la preparazione e la stesura della tesi di laurea. L'autonomia di giudizio è elemento di valutazione in diversi corsi di insegnamento e nella prova finale.

Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione

ITALIANO

IV - Abilita comunicative

I corsi favoriscono con vari strumenti l’acquisizione di adeguate competenze comunicative con particolare attenzione al lessico disciplinare, all’illustrazione dei risultati della ricerca. Si richiede l’uso del linguaggio specifico (nomenclatura e terminologia) nelle materie di tutti gli ambiti disciplinari e viene sollecitata l’espressione lessicale appropriata e autonoma. Lo studente deve saper fornire definizioni corrette sui vari temi trattati, dalle materie di base a quelle orientate e applicative, sui vari argomenti della biologia, scienze della terra, scienze umane ed ecologia. Acquisisce sensibilità riguardo al problema della conservazione della biodiversità degli animali e dei vegetali; attitudine alla descrizione qualitativa e quantitativa dei sistemi naturali; Le abilità comunicative sono potenziate anche grazie alla pratica in lingua inglese.
La valutazione dell’abilità nella comunicazione avviene attraverso il colloquio orale e le rappresentazioni grafiche.

- Capacità di lavorare in gruppo e di inserirsi facilmente negli ambienti di lavoro;
- Capacità di esporre in maniera compiuta il proprio pensiero su problemi, idee e soluzioni a interlocutori anche non specializzati, utilizzando strumenti diversi;
- Abilità di interagire con specialisti delle diverse discipline, con funzionari di enti preposti alla tutela e gestione di problematiche ambientali;
- Propensione all'attività didattica;
- Conoscenza di una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, in special modo dell'inglese.
Le abilità comunicative vengono stimolate attraverso attività seminariali e di gruppo, realizzate anche con rappresentanti di realtà esterne, e durante i tirocini. La conoscenza della lingua straniera viene conseguita nei corsi ad essa dedicati e durante le esperienze Erasmus. Tali abilità vengono valutate sia nelle prove di verifica scritte e/o orali, sia al termine dei tirocini, con la presentazione di una relazione scritta e/o orale, sia durante la prova finale.

V - Capacità di apprendimento

Acquisizione di capacità che favoriscano lo sviluppo e l'approfondimento continuo delle competenze, con particolare riferimento alla consultazione di materiale bibliografico, di banche dati specialistiche, all'adozione di tecnologie innovative, all'utilizzo di strumenti conoscitivi avanzati per l'aggiornamento continuo delle conoscenze e altre informazioni in rete. Coinvolgimento dello studente in attività seminariali, di laboratorio e di terreno. Acquisizione di una consapevole autonomia di giudizio rispetto alla capacità di formulare giudizi sulla base della valutazione e rielaborazione di dati di letteratura e di dati sperimentali acquisiti. Raffronto tra i contenuti teorici proposti duranti le lezioni frontali e l’acquisizione degli stessi attraverso lo studio autonomo e l’attività di tirocinio pratico esercitato presso enti o studi professionali.
Le discussioni con docente e tutor, le esercitazioni e il materiale didattico, le presentazioni powerpoint delle lezioni, la strumentazione microscopica, telematica e multimediale in dotazione del corso di laurea costituiscono mezzi di esercizio di autoapprendimento individuale e di gruppo ed esercizio di autovalutazione, e dovrebbero sviluppare la capacità dello studente di saper utilizzare il materiale fornito per migliorare la propria preparazione e sviluppare il senso critico circa l’adeguatezza della stessa in vista del momento della verifica.

- Capacità di proseguire gli studi naturalistici, o di ambito affine, con un adeguato grado di autonomia, grazie allo sviluppo di una mentalità flessibile.
- Capacità di apprendimento autonomo attraverso l'aggiornamento scientifico, utilizzando la letteratura specialistica.
I laureati acquisiscono tali capacità venendo posti di fronte a problemi, anche di natura interdisciplinare, da affrontare e risolvere basandosi sulle conoscenze acquisite durante tutto il percorso formativo e durante la preparazione della tesi di laurea.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar