Programmi

 

LF/0036 - STORIA DELLA MUSICA E DRAMMATURGIA MUSICALE

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
PAOLO ​DAL MOLIN (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​


 ​ ​


Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/45] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO [45/50 - Ord. 2016] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO CONVENZIONALE1260
Obiettivi

1. Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Al termine del corso la studentessa / lo studente conosce:
a) le fonti e il repertorio esaminato, i loro contesti produttivi e ricettivi, le caratteristiche salienti dei generi musicali che illustrano o rappresentano;
b) i tratti poetici ed estetici prominenti delle opere studiate;
c) strumenti autorevoli per situare repertori e pratiche musicali nelle culture e nella loro storia;
d) le implicazioni sociali, estetiche ed economiche dei contesti e dei mezzi di produzione e fruizione musicale.

2. Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding)
Al termine del corso la studentessa / lo studente sa:
a) riconoscere all’ascolto o all’audiovisione gli aspetti fondamentali del repertorio analizzato, iscrivendoli nei contesti di appartenenza tramite un discorso storiografico adeguato;
b) usare la parte imprescindibile del lessico disciplinare.

3. Autonomia di giudizio (making judgements)
Al termine del corso la studentessa / lo studente sa:
a) descrivere opere e documenti simili a quelli studiati nel corso;
b) formulare e difendere ipotesi di collocazione spazio-temporale di opere simili a quelle studiate.

4. Abilità comunicative (communication skills)
Al termine del corso la studentessa / lo studente sa:
a) usare in modo costante e pertinente lessico e definizioni disciplinari;
b) comunicare efficacemente le conoscenze e le capacità maturate.

5. Capacità di apprendere (learning skills)
Al termine del corso la studentessa / lo studente sa:
a) documentarsi per la comprensione musicale e drammaturgica storicamente informata;
b) migliorare le competenze e aggiornarsi per affrontare percorsi di laurea specialistica con insegnamenti musicologici o professioni della promozione culturale, della tutela e valorizzazione del patrimonio.

Prerequisiti

Per seguire il corso e raggiungere più agevolmente gli obiettivi è utile possedere nozioni elementari di metrica e prosodia italiana, latino, liturgia cristiana e di storia europea dal Quattrocento al Novecento.

Contenuti

Il corso e la bibliografia d’esame, attraverso numerose letture di fonti, ascolti, audiovisioni, mirano a fornire conoscenze di base nel campo della storia della musica d’arte e della drammaturgia musicale, in specie sulle origini, sulla diffusione e l’istituzionalizzazione nello spazio europeo di generi musicali, sistemi produttivi, forme, stili e tecniche. Il corso è diviso in due parti.
1) La prima parte tratta di generi, contesti produttivi e ricettivi dal secondo Quattrocento al primo Novecento.
2) La seconda parte verte sul teatro musicale italiano.
Due unità di didattiche in collaborazione con il Teatro Lirico di Cagliari.

Metodi Didattici

Lezioni frontali con discussioni ed esercitazioni.

Verifica dell'apprendimento

Modalità
Esame orale.

Regole
Il punteggio della prova d’esame è attribuito mediante un voto in trentesimi.

Criteri
La determinazione del punteggio tiene conto dei seguenti elementi:
- conoscenza dell’argomento e padronanza dei concetti e delle definizioni;
- chiarezza e proprietà d’espressione;
- capacità di attuazione;
- capacità di sintesi, elaborazione e modellizzazione.
Il punteggio risulterà dal giudizio attribuito a ciascun elemento nella risposta a ciascuna domanda: insufficiente (0%), sufficiente (25%), discreto (50%), buono (75%), ottimo (100%).

Testi

Frequentanti:
- appunti del corso redatti dalla studentessa / dallo studente;
- dispensa, esempi sonori e audiovisivi forniti dal docente;
- Musiche nella storia. Dall’età di Dante alla Grande Guerra, a cura di Andrea Chegai, Franco Piperno, Antonio Rostagno ed Emanuele Senici, Roma, Carocci, 2017, capitoli indicati dal docente (i documenti e le opere commentate nei capitoli fanno parte del programma d’esame).
- Gloria Staffieri, Un teatro tutto cantato. Introduzione all’opera italiana, Roma, Carocci, 2012, capitoli indicati dal docente.

Non frequentanti:
- Musiche nella storia. Dall’età di Dante alla Grande Guerra, a cura di Andrea Chegai, Franco Piperno, Antonio Rostagno ed Emanuele Senici, Roma, Carocci, 2017, capitoli 2-11 (i documenti e le opere commentate nei capitoli fanno parte del programma d’esame).

Testi da consultare assiduamente:
- Breve lessico musicale, a cura di Fabrizio Della Seta e del Dottorato di ricerca in musicologia dell’Università di Pavia, Roma: Carocci, 2009
- Lorenzo Bianconi, Giorgio Pagannone, Piccolo glossario di drammaturgia musicale, in: Insegnare il melodramma: saperi essenziali, proposte didattiche, a cura di Giorgio Pagannone, Lecce-Iseo: Pensa Multimedia, 2010, pp. 201-263. [La digitalizzazione è gratuitamente accessibile da questa pagina web:
http://www.dar.unibo.it/it/attivita-didattica/supporti-alla-didattica/piccolo-glossario-di-drammaturgia-musicale]

Altri testi utili per la studentessa / lo studente:
- Il libro di musica. Per una storia materiale delle fonti musicali in Europa, a cura di Carlo Fiore, Palermo, l’Epos, 2004.
- Gloria Staffieri, Un teatro tutto cantato. Introduzione all’opera italiana, Roma, Carocci, 2012;
- Vulgata clementina: http://vulsearch.sourceforge.net/html/index.html; traduzione CEI 2008: http://www.bibbiaedu.it/introduzione/v3_s2ew_consultazione.mostra_pagina?id_pagina=22394;
- Libretti d’opera italiani: dal Seicento al Novecento, a cura di Giovanna Gronda e Paolo Fabbri, Milano: A. Mondadori (I Meridiani), 1997.

Altre Informazioni

- Il docente riceve nei giorni, negli orari e nei modi indicati sul blog http://people.unica.it/paolodalmolin/.
- I materiali per i frequentanti saranno disponibili presso la copisteria 3effe di via Basilicata n. 53, all’inizio del corso.
- Le studentesse / Gli studenti con disabilità e DSA certificate possono rivolgersi al personale dei SIA (Servizi per l'Inclusione e l'Apprendimento Ufficio Disabilità e DSA) per chiedere un appuntamento con il docente e concordare la verifica dell’apprendimento in più prove.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar