Programmi

 

20/38/144 - STORIA DELL'ARTE MODERNA 1

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
ALESSANDRA ​PASOLINI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Blend/modalità mista, Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/45] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO [45/50 - Ord. 2016] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO CONVENZIONALE1260
Obiettivi

Il corso si propone di fornire gli strumenti storico-critici, metodologici e tecnici adeguati all’apprendimento dei metodi di lettura, dei dati iconografici, iconologici e strutturali dell’opera d’arte ai fini della ricostruzione del panorama storico-artistico in Italia ed in Sardegna dal ‘400 al ‘700, alla luce dei rapporti politici, economici e culturali e delle interferenze con l’arte europea.

Prerequisiti

Lo studente dovrà conoscere il quadro culturale di riferimento e possedere le basilari nozioni storiche, filosofiche e letterarie. E’ preferibile affrontare la preparazione all’esame dopo aver sostenuto preventivamente gli esami di Storia dell’Arte Medievale e di Storia Moderna.

Contenuti

I contenuti del corso 2017-2018 saranno impartiti in lezioni frontali di circa due ore l’una, secondo il seguente Programma:
MOD.A: I UNITA’: IL QUATTROCENTO.
01-Firenze. L’invenzione del Rinascimento.
02-Sviluppi delle premesse rinascimentali.
03-Le Fiandre e altri centri del Rinascimento italiani.
04-Il Rinascimento nell’Italia settentrionale.
05-Firenze: l’età di Lorenzo il Magnifico.
06-Bramante e Leonardo nella Milano sforzesca.
II UNITA’: Il CINQUECENTO.
07-La Maniera moderna in Italia settentrionale.
08-La Maniera moderna tra Firenze e Roma.
09-Manierismo e Controriforma.
10-Manierismo in Veneto.
III UNITA’: Il SEICENTO.
11-Tra naturalismo e ideale classico.
12-La pittura del primo Seicento a Roma.
13-Il Barocco a Roma.
14-Altri centri del Barocco.
IV UNITA’: IL SETTECENTO.
15-Filippo Juvarra.
16-Giambattista Tiepolo.
17-Vedutismo e Grand Tour.
18-Luigi Vanvitelli.
Mod. B: I UNITA’: IL '400.
01. Architettura tardogotica sardo-catalana.
02. Influsso catalano nella pittura e scultura del ‘400. 03. Il Maestro di Castelsardo.
II UNITA’: Il '500.
04. La scultura tra ‘400 e ‘500.
05. Elaborazione di una pittura ispano-sarda e la Scuola di Stampace. 06. Maestro di Ozieri.
07. I primi esempi classicistici e l’architettura gesuitica. 08. La pittura tardo-manieristica d’importazione campana.
III UNITA’: Il '600.
09.Architettura del ‘600 in Sardegna. 10. Pittura d’importazione e operatori immigrati. 11.Scultura lignea: estofado de oro.
IV UNITA’: IL '700.
12. Gli ingegneri militari piemontesi.
13. Operatori esterni e locali nella pittura del ‘700. 14. La scultura lignea del ‘700 e G.A. Lonis.

Metodi Didattici

Lezioni frontali ed esercitazioni

Verifica dell'apprendimento

La valutazione prevede una prova orale durante la quale, con l’ausilio di fotografie, lo studente dovrà analizzare tre opere d’arte italiana del XV-XVIII secolo (architettura, pittura, scultura), che attraverso la lettura dei caratteri tecnico-formali, iconografici e di stile, lo conduca al riconoscimento dell’autore o dell’ambito culturale di riferimento (es. Rinascimento fiorentino I metà XV secolo; Scuola veneta XVI secolo; Ambito barocco romano XVII secolo).
Per la valutazione, si tengono in conto le capacità di analisi dell’opera, la conoscenza del linguaggio specifico della disciplina, la padronanza dell'argomento, la chiarezza espositiva, la padronanza espressiva e la capacità di applicazione delle conoscenze.

Testi

Per la parte generale, come testo-base si consiglia:
C. Bertelli-G. Briganti-A. Giuliano, Storia dell'Arte Italiana, Electa-B. Mondadori.
Per approfondimenti:
P. Santucci, Pittura del Quattrocento, Utet 1982;
L. Castelfranchi Vegas, Arte del Quattrocento in Italia e in Europa, Jaca Book 1983; F. Sricchia Santoro, L'arte del Cinquecento in Italia e in Europa, Jaca Book 1998; R. Wittkower, Arte e architettura in Italia 1600-1750, Einaudi 2005.
MOD.B
R. Serra, Pittura e scultura dall’età romanica alla fine del ‘500, Ilisso, Nuoro 1990;
M. G. Scano, Pittura e scultura del ‘600 e del ‘700, Ilisso, Nuoro 1991.
S. Naitza, L’architettura dal tardo ‘600 al classicismo purista, Ilisso, Nuoro 1992;
F. Pulvirenti, A. Sari, L’architettura tardogotica e d’influsso rinascimentale, Ilisso, Nuoro 1994.
Utile strumento didattico:
M.G. Scano, Storia dell’Arte Moderna in Sardegna, Introduzione allo studio, Cuec, Cagliari 2008.

Altre Informazioni

Indicazioni bibliografiche relative a specifici argomenti e ad aggiornamenti della ricerca saranno fornite di volta in volta nel corso delle lezioni.
Durante il corso sono previsti esercitazioni, seminari ed escursioni a monumenti
e musei di Cagliari e dell’Isola.
Il ricevimento degli studenti è il
Mercoledì: h. 9-11,
Cagliari, Cittadella dei Musei, Piazza Arsenale 1, Dipartimento di Storia, Beni Culturali e Territorio, Studio n.5.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar