Programmi

 

20/40/069A - LETTERATURA GRECA 1 (MOD.A)

Anno Accademico ​2019/2020

Docente
TRISTANO ​GARGIULO (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/45] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO [45/50 - Ord. 2016] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO CONVENZIONALE630
Obiettivi

Il corso si propone di permettere allo studente di acquisire un quadro cronologicamente ben definito della storia e delle problematiche della letteratura greca antica, dall’età arcaica a quella imperiale. Nel corso delle lezioni, per forza di cose, saranno affrontati soprattutto, selettivamente, periodi, generi letterari, autori e testi che illustrino esemplarmente uno studio critico e metodologicamente aggiornato della letteratura greca: epica, lirica, storiografia, teatro. Per le parti restanti del programma saranno indicate, oltre ai manuali consigliati, letture di saggi critici di specialisti su singoli temi.
Al termine del corso, lo studente dovrà essere in grado di collocare correttamente autori e testi della letteratura greca nel loro specifico contesto culturale, storico, sociale;

Prerequisiti

Lo studente deve essere in grado di leggere e comprendere un testo di critica letteraria con buona conoscenza della terminologia relativa; deve avere sviluppato una sufficiente attitudine alla riflessione teorica. 


Contenuti

Verranno affrontati e discussi singolarmente alcuni nodi tematici fondamentali: la poesia epica orale; il simposio e la poesia lirica monodica; la committenza, la festa e la poesia corale; la nascita e lo sviluppo della prosa e la letteratura storica (Erodoto, Tucidide); il teatro tragico del V secolo ed i suoi più importanti testimoni; la commedia attica antica (Aristofane) e nuova (Menandro); la sofistica e la retorica; la poesia alessandrina e la cultura del libro. Particolare importanza sarà data ai sempre nuovi apporti delle scoperte papiracee. Verranno proposti a lezione testi esemplificativi delle metodologie di lettura di un testo antico, con le sue specificità e convenzioni.

Metodi Didattici

Lezioni frontali.
Lezioni seminariali e conferenze su argomenti storico-letterari.

Verifica dell'apprendimento

Prova scritta. Nel mese di gennaio verrà proposta agli studenti una prova scritta con 12 domande su argomenti del corso. Chi non avrà potuto parteciparvi o non avrà conseguito una valutazione sufficiente potrà sostenere la prova orale con domande su alcuni temi-chiave della storia letteraria greca, e su autori e testi riguardanti l'arco della produzione letteraria greca (sec. VIII a. C. - V d. C.)

Testi

Uno dei seguenti manuali a scelta dello studente:

- D. Del Corno, Letteratura greca. Dall'età arcaica alla letteratura dell'età imperiale, Milano (Principato) 1992 (e successive ristampe); 

- L.E. Rossi, Letteratura greca, Firenze (Le Monnier) 1995 (e successive ristampe); 

- G.A. Privitera-R. Pretagostini, Storia e forme della letteratura greca, Milano (Einaudi) 1997 (e successive ristampe).
Lo studente dovrà leggere e discutere due tra i seguenti saggi a sua scelta:
AA.VV. , Storia e Civiltà dei Greci, Milano 1977-79,

Tomo 1: L.E. Rossi, I poemi omerici come testimonianza di poesia orale, 73-147;
M.L West, La formazione culturale della polis e la poesia esiodea, 254-290; 

Tomo 2: B. Gentili, Storicità della lirica greca, 383-461;

Tomo 3: E. Degani, M.G. Bonanno, Democrazia ateniese e sviluppo del dramma attico, 254-350; 

Tomo 5: D. Del Corno, Vita cittadina e commedia borghese, 265-298;
L. Canfora, Gli oratori attici, 326-49;
G. Serrao, La cultura ellenistica. Caratteri generali. La poesia bucolica. Realtà campestre e stilizzazione letteraria. La poetica del nuovo stile". Dalla mimesi aristotelica alla poetica della verità, 171-242;
L. Canfora, Sorti della storiografia ellenistica Polibio, Posidonio, 313-340.

AA.VV., Lo spazio letterario in Grecia, Roma 1992:

Tomo 1: Francesco Bertolini, Il palazzo: l'epica, 109-141;
G. F. Gianotti, La festa: la poesia corale, 143-175;
M. Vetta, Il simposio: la monodia e il canto, 177-218;
D. Lanza: La poesia drammatica; i caratteri generali, il dramma satiresco, 279-300;
G. Cerri, La tragedia, 301-334;
G.Mastromarco, La commedia, 335-377;
L. Canfora, L'agorà: il discorso suasorio, 379-395;
G. Avezzù, L'oratore giudiziario, 397-417;
L. Canfora, A. Corcella, La letteratura politica e storiografica, 433-471;
G.F. Nieddu, Il ginnasio e la scuola: scrittura e mimesi del parlato, 555-585;
Tomo 2: E. Degani, L'epigramma, 197-233;
F. Montanari, L'erudizione, la filologia e la grammatica, 235-264;
D. Lanza, Menandro, 501-526;
G. Cortassa, Lo stoicismo dei ceti dirigenti, 61-83;
S. Nicosia, La seconda sofistica, 85-116;
M. Fusillo, Letteratura di consumo e romanzesca, 233-273.

Altre Informazioni

Altri materiali integrativi saranno forniti a lezione in fotocopia.
Giorni e orari di ricevimento saranno concordati dal docente a seconda del calendario delle lezioni. Sarà in ogni caso possibile in qualsiasi momento contattare il docente per mail scrivendo a gargiulo@unica.it (oppure tristanoga@libero.it).
Gli studenti sono pregati di contattare il docente subito dopo l'inizio delle lezioni.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar