Programmi

 

LF/0036/E - STORIA DELLA MUSICA E DRAMMATURGIA MUSICALE/E

Anno Accademico ​2019/2020

Docente
PAOLO ​DAL MOLIN (Tit.)
Periodo
Primo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Teledidattica​
Lingua Insegnamento
ITALIANO​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/45] ​ ​BENI CULTURALI E SPETTACOLO [45/46 - Ord. 2016] ​ ​BENI E CULTURALI E SPETTACOLO ON LINE E IN PRESENZA (BLENDED)1272
Obiettivi

1. Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Al termine del corso la studentessa / lo studente avrà acquisiti nozioni basilari di storia della musica e drammaturgia musicale. Conoscerà:
a) i generi della musica d'arte e del teatro musicale occidentali;
b) il contesto produttivo e ricettivo delle opere analizzate, la loro poetica e la loro estetica in relazione ai generi che rappresentano;
c) strumenti autorevoli per situare repertori e pratiche musicali nelle culture e nella loro storia.

2. Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding)
Al termine del corso la studentessa / lo studente sa:
a) individuare gli aspetti fondamentali di opere simili a quelle analizzate;
b) usare la parte imprescindibile del lessico disciplinare.

3. Autonomia di giudizio (making judgements)
Al termine del corso la studentessa / lo studente sa:
a) descrivere opere e documenti simili a quelli studiati nel corso;
b) formulare e difendere ipotesi di collocazione spazio-temporale di opere simili a quelle studiate.

4. Abilità comunicative (communication skills)
Al termine del corso la studentessa / lo studente sa:
a) usare in modo costante e pertinente lessico e definizioni disciplinari;
b) comunicare efficacemente le conoscenze e le capacità maturate.

5. Capacità di apprendere (learning skills)
Al termine del corso la studentessa / lo studente sa:
a) documentarsi per la comprensione musicale e drammaturgica storicamente informata;
b) migliorare le competenze e aggiornarsi per affrontare percorsi di laurea specialistica con insegnamenti musicologici o professioni della promozione culturale, della tutela e valorizzazione del patrimonio.

Prerequisiti

Per seguire il corso e raggiungere più agevolmente gli obiettivi è utile possedere competenze e nozioni elementari nei seguenti ambiti e discipline:
1. notazione musicale standard e lettura della partitura;
2. pratica musicale;
3. sociologia della musica;
4. metrica e prosodia italiana;
5. inglese scritto.

Elementi di notazione musicale (1) e di pratica musicale (2) sono proposti nei laboratori organizzati dal MusE (Unica Musica Ensemble) che, se regolarmente frequentati, consentono di acquisire 1 CFU (25 ore, da ottobre 2019).

Chi non possiede conoscenze di base in sociologia della musica e di metrica e prosodia italiana può:
- seguire assiduamente il corso di Sociologia della musica e del cinema erogato da quest'anno (36h, 6 CFU, Prof.ssa Clementina Casula, da ottobre 2019)
- riferirsi alla bibliografia di Letteratura Italiana (Prof. Andrea Cannas). [Per una stringatissima sintesi, cf. http://box.dar.unibo.it/files/didattica/Guida_alla_identificazione_metrica_dei_versi_italiani.pdf].

Contenuti

Il corso e la bibliografia d’esame, attraverso numerose letture di fonti, ascolti, audiovisioni, mirano a fornire conoscenze di base nel campo della storia della musica d’arte e della drammaturgia musicale, in specie sulle origini, sulla diffusione e l’istituzionalizzazione nello spazio europeo di generi musicali, sistemi produttivi, forme, stili e tecniche. Il corso è diviso in due parti.
1) La prima parte tratta di generi, contesti produttivi e ricettivi dal secondo Quattrocento al primo Novecento (Lezioni ed esercitazioni).
2) La seconda parte verte sul teatro musicale italiano (Lezioni e bibliografia).

Metodi Didattici

- Videolezioni (36 ore).
- Lezioni in aula virtuale con il docente con esercitazioni (36 ore).

Verifica dell'apprendimento

Modalità
Esame orale.

Regole
Il punteggio della prova d’esame è attribuito mediante un voto in trentesimi.

Criteri
La determinazione del punteggio tiene conto dei seguenti elementi:
- conoscenza dell’argomento e padronanza dei concetti e delle definizioni;
- chiarezza e proprietà d’espressione;
- capacità di attuazione;
- capacità di sintesi, elaborazione e modellizzazione.
Il punteggio risulterà dal giudizio attribuito a ciascun elemento nella risposta a ciascuna domanda: insufficiente (0%), sufficiente (25%), discreto (50%), buono (75%), ottimo (100%).

Testi

- Appunti del corso redatti dalla studentessa / dallo studente;
- diapositive, esempi sonori e audiovisivi del corso forniti dal docente;
- dispensa di articoli fornita dal docente (3 articoli a scelta della candidata / del candidato);
- Giorgio Pagannone, Il melodramma: saperi, funzioni, dimensioni, in Insegnare il melodramma, Lecce-Iseo, Pensa Multimedia, 2010, pp. 15-45;
- Musiche nella storia. Dall’età di Dante alla Grande Guerra, a cura di Andrea Chegai, Franco Piperno, Antonio Rostagno ed Emanuele Senici, Roma, Carocci, 2017, capitoli 3, 6, 9, 11 (i documenti e le opere commentate nei capitoli fanno parte del programma d’esame).

Testi da consultare assiduamente:
- Breve lessico musicale, a cura di Fabrizio Della Seta e del Dottorato di ricerca in musicologia dell’Università di Pavia, Roma: Carocci, 2009
- Lorenzo Bianconi, Giorgio Pagannone, Piccolo glossario di drammaturgia musicale, in: Insegnare il melodramma: saperi essenziali, proposte didattiche, a cura di Giorgio Pagannone, Lecce-Iseo: Pensa Multimedia, 2010, pp. 201-263. [La digitalizzazione è gratuitamente accessibile da questa pagina web:
http://www.dar.unibo.it/it/attivita-didattica/supporti-alla-didattica/piccolo-glossario-di-drammaturgia-musicale]

Altri testi utili per la studentessa / lo studente:
- Il libro di musica. Per una storia materiale delle fonti musicali in Europa, a cura di Carlo Fiore, Palermo, l’Epos, 2004.
- Gloria Staffieri, Un teatro tutto cantato. Introduzione all’opera italiana, Roma, Carocci, 2012;
- Vulgata clementina: http://vulsearch.sourceforge.net/html/index.html; traduzione CEI 2008: http://www.bibbiaedu.it/introduzione/v3_s2ew_consultazione.mostra_pagina?id_pagina=22394;
- Libretti d’opera italiani: dal Seicento al Novecento, a cura di Giovanna Gronda e Paolo Fabbri, Milano: A. Mondadori (I Meridiani), 1997.

Altre Informazioni

1) Il docente riceve nei giorni, negli orari e nei modi indicati sul blog http://people.unica.it/paolodalmolin/.
2) Affinché possa essere assegnata una tesi in Musicologia e Storia della Musica (L-ART/07) è necessario aver ottenuto crediti:
- in Sociologia della Musica e del Cinema (36 ore, 6 CFU, Prof. Clementina Casula, da ottobre 2019)
- nei laboratori di Introduzione all'analisi audiovisiva e di Musica e cinema, nonché in quelli organizzati dal MusE (cf. supra).
Sarà data in ogni caso priorità alle studentesse e agli studenti con questi requisiti.
3) Le studentesse / Gli studenti con disabilità e DSA certificate possono rivolgersi al personale dei SIA (Servizi per l'Inclusione e l'Apprendimento Ufficio Disabilità e DSA) per chiedere un appuntamento con il docente e concordare la verifica dell'apprendimento in più prove.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar