Programmi dei corsi

 

60/70/6 - IGIENE AMBIENTALE

Anno Accademico ​2014/2015

Docente
MARIA BARBARA ​PISANO (Tit.)
Periodo
Annuale​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento
ITALIANO​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[60/70] ​ ​BIO-ECOLOGIA MARINA [60/70-00 - Ord. 2014] ​ ​PERCORSO COMUNE652
Obiettivi

Il corso, partendo da una valutazione dello stato attuale delle varie matrici ambientali e facendo riferimento alla più recente legislazione in materia di protezione ambientale, consente agli studenti di acquisire gli strumenti necessari per la individuazione ed il controllo dei “fattori di rischio” ambientali e per l’elaborazione di idonee misure preventive per il mantenimento dello stato di salute dell’uomo. Lo studente, inoltre, avrà la possibilità di conoscere le problematiche legate alla qualità igienico-sanitaria dei prodotti ittici e di acquisire le conoscenze sulle principali tecniche di base per la valutazione dello stato di inquinamento microbiologico delle acque e dei prodotti ittici.

Prerequisiti

Adeguate conoscenze di Microbiologia generale e di Igiene generale

Contenuti

Lezioni frontali
Significato e contenuti dell’Igiene ambientale. Importanza dell'ambiente sulla salute dell'uomo. Acque, aria e suolo: determinanti ambientali e salute umana. Cenni di epidemiologia e preAria atmosferica.
Aria atmosferica. Fonti, tipizzazione e dinamica degli inquinanti atmosferici. Dispersione e allontanamento degli inquinanti. Effetti dannosi dell’inquinamento atmosferico sull’ambiente (clima, vegetali, animali, materiali) e sull’uomo. Disposizioni legislative per il controllo dell’inquinamento.
Aria degli ambienti confinati. Microclima e benessere ambientale. Valutazione del benessere ambientale. Inquinamento dell’aria indoor (fisico, chimico, biologico). Monitoraggio microbiologico ambientale.
Rifiuti liquidi. Caratteristiche e trattamento dei reflui urbani, agricoli, industriali. Impatto ambientale dei rifiuti liquidi ed effetti sulla salute dell’uomo.
Rifiuti solidi. Classificazione e composizione. Considerazioni igienico-sanitarie ed ambientali in rapporto alle principali tecniche di smaltimento.
Acqua. Classificazione e qualità delle acque in natura (superficiali, sotterranee, meteoriche). Sistemi di controllo e monitoraggio della qualità delle acque. Criteri di qualità delle acque destinate al consumo umano. Tecniche di potabilizzazione. Le acque marine: criteri di qualità. L’impatto degli inquinanti di origine dalla terraferma sui corpi idrici interni e sulle acque marine costiere.
Igiene degli alimenti. Qualità igienico-sanitaria dei prodotti ittici (pesci corstacei e molluschi). Contaminazione chimica e biologica.
Esperienze pratiche in laboratorio
Analisi batteriologica delle acque destinate ad uso umano e delle acque di mare: determinazione dei parametri indicatori di contaminazione fecale e della carica microbica totale. Analisi microbiologica di prodotti ittici: determinazione di E. coli beta-glucuronidasi positivo secondo la norma ISO 16649-3 e di Salmonella spp. secondo la norma ISO 6579.

Metodi Didattici

Lezioni frontali ed esperienze pratiche in laboratorio

Verifica dell'apprendimento

L'esame finale comprende una scritta con tre domande aperte, integrata da un colloquio sulle metodiche e analisi svolte nelle esercitazioni di laboratorio

Giudizio finale
Il voto finale tiene conto di vari fattori:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
e) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
f) Capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.
Qualità relazionali:
Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
Qualità personali:
a) spirito critico;
b) capacità di autovalutazione.

Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune; capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Signorelli C.: Igiene edilizia ed ambientale, Società Editrice Universo, 2° ediz., 2004.
Bellante De Martis G., D’Arca S.U., Fara G.M., Signorelli C., Simonetti A., Manuale di Igiene Ambientale, Soc. Ed. Universo, Roma.
Checcacci L., Meloni C., Pellissero G., Igiene, 2° ediz., Casa Ed. Ambrosiana.

Altre Informazioni

Verrano fornite dal docente alcune parti di approfondimento.
L'iscrizione all'esame si effettua su ESSE3. Per infromazioni chiamare i numeri: 0706754145/4196

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar