Programmi dei corsi

 

60/70/11 - EVOLUZIONE E ADATTAMENTI DEGLI ANIMALI MARINI

Anno Accademico ​2015/2016

Docente
ANNA MARIA ​DEIANA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento
ITALIANO​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[60/70] ​ ​BIO-ECOLOGIA MARINA [60/70-00 - Ord. 2014] ​ ​PERCORSO COMUNE656
Obiettivi

Approfondimento dei concetti fondamentali di zoologia acquisite dagli studenti nell’ambito della triennale, con la descrizione dei principali gruppi animali e particolare attenzione alle specie della fauna mediterranea. Comprensione dei meccanismi alla base dell’adattamento(morfologico, funzionale e comportamentale) degli animali all’ambiente marino. Per questo obiettivo sono previste esperienze di laboratorio, da affiancare alle lezioni frontali, per il riconoscimento e la classificazione delle principali specie animali marine del Mediterraneo.

Conoscenza e capacità di comprensione:
Acquisizione di competenze culturali integrate con riferimento ai settori: zoologia/ecologia ed acquisizione di una preparazione scientifica avanzata.

Capacità applicative:
Acquisizione di competenze applicative di tipo metodologico biologico ed ecologico.

Autonomia di giudizio:
Acquisizione di consapevole autonomia di giudizio con riferimento a:valutazione, interpretazione e rielaborazione di dati di sperimentazione e di letteratura.

Abilità nella comunicazione:
Acquisizione di adeguate competenze e strumenti per la comunicazione con riferimento alla capacità di illustrare i risultati della ricerca.

Capacità di apprendere:
Acquisizione di adeguate capacità per lo sviluppo e l'approfondimento continuo delle competenze, con riferimento a strumenti conoscitivi avanzati per l'aggiornamento continuo delle conoscenze.


Prerequisiti

Conoscenze di zoologia, ecologia e genetica, secondo i programmi previsti nel corso di laurea triennale.
Propedeuticità:
Biologia marina


Contenuti

1. La vita in mare: origine ed evoluzione degli organismi marini.
2. Cenni di sistematica dei principali phyla di animali marini.
3. Adattamenti ambientali e strategie di vita.
◦La vita pelagica: generalità.
◦Il necton: caratteri generalità , morfologia e adattamenti al nuoto.
◦Animali del mare profondo: generalità, morfologia e adattamenti all’ambiente disfotico ed eufotico.
4. Modulo di approfondimento - Mammiferi marini.
◦Misticeti ed Odontoceti: adattamento al nuoto e all’immersione profonda, organi di senso, ecolocalizzazione e biosonar, comportamento, intelligenza e apprendimento.
◦Spiaggiamenti, teorie e spiegazioni, norme di comportamento sul campo.
◦Principali specie di cetacei Mediterranei: riconoscimento e notizie sulla biologia.

Metodi Didattici

Il corso prevede 56 ore di lezione (4+2 CFU): 32 frontali e 24 di laboratorio. Per le lezioni verranno utilizzate le presentazioni in PowerPoint. In laboratorio verranno esaminati e classificati reperti di fauna mediterranea (vertebrati e invertebrati) evidenziando gli adattamenti morfologici in funzione degli ambienti marini.

Verifica dell'apprendimento

Verifiche in itinere ed esame finale orale. Il candidato discuterà alcuni argomenti proposti dal docente avvalendosi anche, ove necessario, di schemi/rappresentazioni grafiche.
CRITERI DI VALUTAZIONE
Giudizio finale
Il voto finale tiene conto di vari fattori:
1. Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
1.a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
1.b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
1.c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
2. Modalità espositiva:
2.a) capacità espressiva;
2.b) utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
2.c) capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
2.d) capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
2.e) capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.
3. Qualità relazionali:
3.a) disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
4. Qualità personali:
4.a) spirito critico;
4.b) capacità di autovalutazione.
Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive più che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica più che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Testi di riferimento:
Per pesci e invertebrati: fotocopie fornite dal docente.
Per Mammiferi marini:
- Wurtz e Repetto - Balene e delfini – Guida alla biologia e al comportamento dei cetacei –Ed. White Star
- Notarbartolo di Sciara e Demma – Guida dei mammiferi marini del Mediterraneo – Muzzio Editore.

Altre Informazioni

Materiale bibliografico (o dispense) reperibili presso il docente

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar