Programmi dei corsi

 

60/71/9 - MICROBIOLOGIA MOLECOLARE E VIROLOGIA MOLECOLARE

Anno Accademico ​2014/2015

Docente
ALESSANDRA ​PANI (Tit.)
PAOLO ​LA COLLA
Periodo
Ciclo Annuale Unico ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[60/71] ​ ​BIOLOGIA CELLULARE E MOLECOLARE [60/71-00 - Ord. 2013] ​ ​PERCORSO COMUNE12112
Obiettivi

Il corso si propone di avviare lo studente ad un studio approfondito dei meccanismi molecolari che sono alla base delle interazioni ospite-patogeno e della loro correlazione con le dinamiche dei processi patogenetici, fornendo gli strumenti per la comprensione delle diverse strategie infettive di procarioti (Modulo I) e virus (Modulo II) e delle relative strategie di controllo.
Lo studio della biologia dei principali agenti patogeni fornisce le competenze teoriche fondamentali per acquisire capacità applicative nelle metodologiche batteriologiche e virologiche.
Sono previste esperienze guidate in laboratorio, individuali e di gruppo, per acquisire le tecniche di coltivazione, isolamento e identificazione di batteri mediante metodi basati sulla crescita e metodi immunologici e molecolari (I Modulo; ed esperienze guidate in laboratorio, individuali e di gruppo, per l'allestimento e la propagazione di culture di cellule animali, di coltivazione e titolazione di virus animali, e di valutazione di composti ad attività antivirale in modelli virus-cellula (II Modulo).

Prerequisiti

Solide conoscenze di Microbiologia generale, Chimica organica, Biochimica e Biologia molecolare

Contenuti

Modulo I - Microbiologia Molecolare (6 CFU)
Meccanismo dell’azione patogena dei batteri(48 ore):
• Moltiplicazione batterica in vivo (colonizzazione, penetrazione nei tessuti profondi dell’ospite, evasione delle difese antibatteriche costitutive o inducibili).
• Tossigenicità dei batteri (esotossine che agiscono a livello delle strutture della superficie cellulare, esotossine che agiscono alterando il contenuto intracellulare di cAMP, esotossine che agiscono inibendo la sintesi proteica cellulare, esotossina carbonchiosa, tossine neurotrope, endotossine).
Processi molecolari della risposta infiammatoria acuta e cronica come meccanismi alla base della patogenesi di malattie infettive (i.e. patogenesi della tubercolosi; patogenesi delle infezioni da cocchi piogeni; patogenesi dell’ulcera gastrica da H.pylori).
Meccanismo d’azione dei farmaci antibatterici.
Basi molecolari della resistenza batterica agli antibiotici.
Laboratorio (24 ore): coltivazione, isolamento e identificazione di specie batteriche mediante coltivazione in terreni di coltura, test immunologici o molecolari.

MODULO II - Virologia Molecolare (6 CFU)
Meccanismi difensivi immunitari dell’ospite e il sistema interferon.
Origine dei virus: coevoluzione, evoluzione retrograda, teoria della evasione dei geni.
Struttura e classificazione dei virus
Le fasi del ciclo replicativo virale:
- Adsorbimento
- Trasporto intracellulare del virione o di sue componenti
- Basi molecolari del controllo virale dell’apparato cellulare trascrizionale
- Basi molecolari del controllo virale dell’apparato cellulare per la traduzione
- La replicazione del genoma virale
- Interazione con la cellula ospite: strategie virali per evadere i meccanismi cellulari di difesa (sistema immunitario e apoptosi)
- Assemblaggio dei virioni completi e liberazione della progenie virale
Fasi del ciclo replicativo virale dei seguenti virus: Virus dell’Influenza, Virus del Morbillo, Adenovirus, Virus dell’Epatite A, Virus dell’epatite B, Virus dell’epatite C, Virus dell’immunodeficienza umana, Herpesvirus, Papillomavirus.
Interazione con la cellula ospite: la trasformazione cellulare mediata dai virus.
Farmaci antivirali
Basi molecolari delle malattie da prioni.
Laboratorio (24 ore): allestimento, mantenimento, e infezione di colture di cellule animali in monostrato e in sospensione; coltivazione e titolazione di virus; valutazione di composti ad attività antivirale in modelli virus-cellula

Metodi Didattici

Lezioni frontali, seminari, esperienze sperimentali in laboratorio

Verifica dell'apprendimento

La valutazione finale viene fatta mediante un colloquio e il voto finale tiene conto dei seguenti fattori:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
e) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
f) Capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.
Qualità relazionali:
Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
Qualità personali:
a) spirito critico;
b) capacità di autovalutazione.

Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

- MT Madigan e JM Martinko, Brock: Biologia dei microrganismi. Vol.2B -Casa Editrice Ambrosiana
- La Placa, Principi di Microbiologia Medica- Società editrice Esculapio
- Nicholas H Achenson – Fundamentals of Molecular Virology- 2nd Edition – John Wiley & Sons, Inc

Altre Informazioni

Gli studenti disporranno delle slide delle lezioni, di articoli scientifici in inglese in forma di review su specifici argomenti trattati in aula, e dei siti internet per la consultazione di libri di testo online in inglese di microbiologia e virologia.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar