Programmi

 

Archivio programmi insegnamenti A.A. 2000/2001 – 2005/2006

Archivio programmi insegnamenti A.A. 2006/2007 – 2012/2013

 

 

EC/0017 - ECONOMIA MONETARIA E DEI MERCATI FINANZIARI

Anno Accademico ​2016/2017

Docente
STEFANIA PATRIZIA SONIA ​ROSSI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[11/77] ​ ​ECONOMIA E FINANZA [77/00 - Ord. 2014] ​ ​PERCORSO COMUNE1272
Obiettivi

Conoscenza e comprensione: Il corso, articolato in due parti, si propone di fornire gli elementi analitici essenziali per la comprensione delle problematiche specifiche dei mercati monetari, creditizi e finanziari. Oltre alla letteratura relativa all´equilibrio e al funzionamento di tali mercati, particolare attenzione sarà assegnata al ruolo della politica monetaria e delle banche dopo la crisi finanziaria del 2007/08.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Sviluppo di competenze tecniche di analisi per la comprensione dei principali modelli dei mercati monetari e finanziari.
Autonomia di giudizio: Analisi critica dei mercati monetari e finanziari e interpretazione delle dinamiche in essi presenti.

Prerequisiti

Per una proficua frequenza al corso si richiede la conoscenza della macro- e microeconomia.

la frequenza è obbligatoria.

Contenuti

Parte prima
Introduzione all’economia monetaria. Teorie del mercato della moneta.
Politica monetaria.
Funzionamento della politica monetaria:
Strumenti, Obiettivi intermedi, Obiettivi finali
Meccanismo di trasmissione della politica monetaria
Interazioni tra mercato monetario e mercato dei tassi di cambio.
Mercato dei tassi di cambio a termine e a pronti.
Parità dei tassi di interesse coperta e scoperta.
Condizione di efficienza nei mercati.
Curve di preferenze delle autorità monetarie.
Modello di Barro Gordon.
Operatività delle banche centrali rispetto all'obiettivo della stabilità monetaria e finanziaria.
La Banca Centrale Europea e i'Eurosistema.

Parte seconda
Funzione dei mercati finanziari.
Relazione tra mercati finanziari e mercati degli intermediari creditizi.
Relazione tra i mercati finanziari e mercati reali.
Il concetto di efficienza dei mercati finanziari.
Mercati ed informazione.
Ruolo delle aspettative.
Scelte in condizioni di rischio.
Teoria dell'utilità attesa.
Finanza comportamentale e critiche al paradigma di efficienza dei mercati.
Rischio e rendimento.
Le teorie di equilibrio dei mercati.
La teoria di portafoglio e il beneficio della diversificazione. Scelte di portafoglio ottimali.
La frontiera dei portafogli efficienti.
Il modello di Markowitz.
Il modello CAPM.
Il modello APT. Modello multifattoriale.
Mercati degli intermediari creditizi. Efficienza del settore bancario. Approccio di intermediazione e approccio di produzione. Stime della funzione di costo e di profitto delle banche.
Determinanti delle inefficienze di costo e di profitto.
Rischio, diversificazione del portafoglio crediti ed efficienza nel sistema bancario.
Crisi finanziaria 2007/08, politiche di salvataggio e comportamenti di azzardo morale nei mercati bancari.
Trasmissione della crisi al settore reale.
Crisi dei debiti sovrani in Europa.

Metodi Didattici

Lezioni frontali con l'ausilio di slides e articoli.

Verifica dell'apprendimento

La verifica dell’apprendimento e la valutazione finale si basa su una prova d’esame scritta.
Nell’esame scritto verranno proposte domande teoriche (valutazione della conoscenza e comprensione), esercizi (valutazione della capacità di applicare la conoscenza e la comprensione) e analisi di un caso riferito alla realtà (valutazione dell'autonomia di giudizio). L'utilizzo di un linguaggio appropriato rappresenta un elemento importante nella prova d'esame (valutazione delle abilità comunicative).


Il voto finale è espresso in trentesimi. Il peso delle eventuali prove intermedie verrà attribuito in funzione del numero di ore di lezioni frontali dedicate all'insegnamento della parte oggetto d'esame.

Nella valutazione dell'esame la determinazione del voto finale tiene conto dei seguenti elementi:
1. L'utilizzo del modello per la risoluzione del quesito.
2. La capacità di spiegare attraverso un linguaggio intuitivo la risposta al quesito.
3. L'utilizzo di algebra.

Testi

Parte prima
BAGLIANO F., G. MAROTTA, Economia monetaria, Collana "Strumenti", Il Mulino 2010, Cap. 1, 2, 3, 10, 11, 12.
DE GRAUWE P., Economia dell'unione monetaria, Collana "Manuali", Il Mulino, 2013, Cap. 5, 8.

Parte seconda
AGLIARDI, E. , G. CHIESA, Economia dei Mercati Finanziari, Carocci Editore, 2003, Cap. 1,2.
FULLER, R.J., J.L.FARRELL, Analisi degli investimenti finanziari, McGraw-Hill, 1993, Cap. 3, 4, 5, 17.
SALTARI E., Introduzione all’economia finanziaria, La Nuova Italia Scientifica, Roma, 1997, Cap. 1
MISHKIN F.S. – S.G. EAKINS – G. FORESTIERI, Istituzioni e mercati finanziari 3/Ed Pearson, Cap. 1, 2.


Altre letture ed articoli saranno indicati durante il corso.

Altre Informazioni

Eventuali altre informazioni, nonché i risultati degli esiti degli esami, saranno rese disponibili nelle diverse sezioni delle pagine web.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy