Programmi

 

Archivio programmi insegnamenti A.A. 2000/2001 – 2005/2006

Archivio programmi insegnamenti A.A. 2006/2007 – 2012/2013

 

 

2501 - MICROECONOMIA

Anno Accademico ​2017/2018

Docente
ROMANO ​PIRAS (Tit.)
ALESSIO ​MORO
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
 ​


Obiettivi

L’obiettivo principale del corso è quello di introdurre i temi principali della teoria microeconomica e fornire allo studente gli strumenti teorici necessari alla comprensione del comportamento economico dei soggetti che operano nei mercati dei beni e dei fattori produttivi. Verrà posta particolare enfasi sull’approccio tipico dell’analisi microeconomica, vale a dire quello costi-benefici. Al termine del corso lo studente deve, quindi, possedere la conoscenza dei principi economici alla base del funzionamento dei mercati e capacità deve essere in grado di utilizzare tali principi per comprendere gli aspetti essenziali del funzionamento di un sistema economico.
Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea in Economia e Finanza, i risultati dell’apprendimento attesi sono declinabili in base a tutti i Descrittori di Dublino, secondo lo schema seguente:
A) Conoscenza e capacità di comprensione. Al termine del corso lo studente conoscerà i modelli microeconomici di analisi delle decisioni di spesa dei consumatori e di produzione delle imprese e comprenderà i meccanismi che regolano l'interazione tra consumatori e imprese nelle diverse forme di mercato. Egli sarà, altresì, in grado di differenziare l’ottica dell’equilibrio economico parziale da quella dell’equilibrio economico generale e, alla luce di tale differenza, comprendere la nozione di efficienza economica dei mercati concorrenziali. Sarà, inoltre, in grado di comprendere molti dei problemi attuali che caratterizzano il funzionamento dei mercati. Imparerà, attraverso l’utilizzo sistematico di formule e grafici, ad analizzare i problemi economici con rigore metodologico.
B) Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Al termine del corso lo studente sarà in grado di utilizzare i modelli economici appresi per analizzare le decisioni di spesa dei consumatori e di produzione delle imprese applicandoli, seppur in maniera semplificata, anche ai casi reali.
C) Autonomia di giudizio. Al termine del corso lo studente sarà in grado di esprimere giudizi autonomi sulle implicazioni derivanti dalle scelte degli agenti economici. Saprà, inoltre, porre a confronto le differenti forme di mercato sotto il profilo del benessere sociale, nonché dei principali comportamenti strategici che caratterizzano le forme di mercato oligopoliste. Infine, sarà in grado di formulare giudizi sugli effetti delle principali politiche pubbliche di intervento sui mercati.
D) Abilità comunicative. Al termine del corso lo studente sarà in grado di presentare con chiarezza e completezza i modelli economici studiati e saprà discuterne, anche con senso critico, le principali assunzioni e i risultati. Lo studente sarà, inoltre, in grado di articolare e strutturare con rigore e precisione le principali tematiche economiche analizzate.
E) Capacità di apprendimento. Grazie agli strumenti metodologici e alle nozioni appresi durante il corso, lo studente avrà migliorato sensibilmente le proprie capacità di analisi dei fenomeni economici ed avrà acquisito conoscenze di base fondamentali per il prosieguo del percorso di studi.

Prerequisiti

Non esiste alcun prerequisito formale. In ogni caso si danno per acquisite le conoscenze di base della matematica delle scuole superiori e la capacità di costruzione e di interpretazione di rappresentazioni grafiche.

Contenuti

Parte 1 (6 cfu per un totale di 36 ore di attività didattica frontale)
1. Introduzione allo studio della microeconomia.
Lo studio dell’economia politica
Mercati e prezzi
2. Domanda e offerta.
Curva di domanda
Curva di offerta
Equilibrio di mercato
3. Analisi del comportamento del consumatore.
Vincolo di bilancio
La teoria delle preferenze
Scelta ottima
Effetto reddito ed effetto sostituzione
Elasticità della domanda
Surplus del consumatore
4. Domanda individuale e domanda di mercato.
Applicazioni alla teoria della scelta ottima del consumatore
5. Introduzione all’analisi del comportamento dell’impresa
6. La produzione
Analisi della produzione nel breve e nel lungo periodo
Funzione di produzione
Prodotto totale, medio e marginale
7. Costi di produzione.
Dalla produzione ai costi
Costi nel breve e nel lungo periodo
Curve di costo

Parte 2 (6 cfu per un totale di 36 ore di attività didattica frontale)
8. Profitto e offerta concorrenziale.
Massimizzazione del profitto per l’impresa in concorrenza perfetta
Curva di offerta dell’impresa in concorrenza perfetta
Breve e lungo periodo
9. Analisi dei mercati concorrenziali.
Equilibrio ed efficienza del mercato di concorrenza perfetta
10. Monopolio, potere di mercato e la discriminazione di prezzo.
Comportamento del monopolista
Discriminazione di prezzo
11. Concorrenza monopolistica, oligopolio e interazione strategica.
Mercati non concorrenziali
Strategie
Differenti forme di oligopolio
12. I Mercati dei fattori produttivi.
Il mercato del lavoro
Il mercato del capitale
13. L’equilibrio economico generale e benessere.
Determinazione dell’equilibrio economico generale
Scatola di Edgeworth
14. Esternalità e beni pubblici.
Definizione di bene pubblico
Tassonomia dei beni pubblici
Fallimenti di mercato associati ai beni pubblici

Metodi Didattici

L’insegnamento si sviluppa per un totale di 72 ore di lezioni frontali, suddivise in didattica tradizionale ed esercitazioni.
La didattica tradizionale consiste in lezioni frontali volte alla spiegazione degli argomenti previsti nel programma. Le esercitazioni, consistono nella risoluzione di esercizi messi a disposizione sulla pagina web dei docenti (http://people.unica.it/alessiomoro/ e http://people.unica.it/romanopiras/) in anticipo rispetto alla data di svolgimento dell’esercitazione stessa, in modo che gli studenti abbiano la possibilità di svolgerli autonomamente prima della loro risoluzione in aula. Qualora le risorse messe a disposizione dell’Ateneo lo consentano, le esercitazioni sono integrate di ulteriori 20 ore impartite da un tutor di materia.

Verifica dell'apprendimento

A) Esame completo (valida per i frequentanti e i non frequentanti):
L’esame completo consiste in una prova scritta, della durata di due ore, composta da due domande teoriche e due esercizi numerici.
Le domande teoriche valgono per 1/2 della valutazione complessiva e sono volte principalmente alla verifica della conoscenza e capacità di comprensione (descrittore A), della capacità di applicare conoscenza e comprensione (descrittore B), dell’autonomia di giudizio (descrittore C) e dell’abilità comunicative (descrittore D).
Gli esercizi valgono per 1/2 della valutazione complessiva e sono volti principalmente alla verifica della conoscenza e capacità di comprensione (descrittore A), della capacità di applicare conoscenza e comprensione (descrittore B) e della capacità di apprendimento (descrittore E).

B) Esame con prova parziale (valida esclusivamente per i frequentanti il corso):
L’esame consiste in una prova parziale (che pesa per il 50% del voto finale) durante l’interruzione delle lezioni (approssimativamente intorno alla metà del mese di novembre) e in una seconda prova (che pesa per il 50% del voto finale) da sostenere obbligatoriamente entro la sessione d’esame di gennaio-febbraio 2018.
La prova parziale consiste in una prova scritta, della durata di un ora, composta da una domanda teorica e un esercizio numerico. La seconda prova consiste anch’essa in una prova scritta, della durata di un ora, composta da una domanda teorica e un esercizio numerico.

L’intervallo di attribuzione del voto finale va:
- dai 18/30: per un livello di conoscenza elementare della materia, ovvero quando lo studente riesce solo a inquadrare la tematica nell’ottica economica richiesta, sa impostare almeno gli elementi base dei modelli economici e/o degli esercizi proposti e sviluppa l’elaborato scritto con una padronanza di linguaggio appena sufficiente;
- ai 30/30, con eventuale lode, se lo studente saprà sistematizzare in maniera logica e coerente le conoscenze che si presuppone abbia acquisito durante il corso e saprà supportare l’analisi con una eccellente elaborazione grafica dei espressi modelli economici e un’adeguata padronanza di linguaggio tecnico ed economico. Lo studente è inoltre in grado di svolgere gli esercizi proposti senza errori e con una chiara e completa rappresentazione grafica.

Testi

Robert H. Frank, Microeconomia (Settima edizione italiana a cura di R. Piras), McGraw-Hill, Milano, 2017.
Massidda C., Microeconomia, G. Giappichelli Editore, Torino, 2009.
Massidda C., Mocci C. e Piras R. (a cura di) Esercizi e Note di Microeconomia, Giappichelli, Torino, 2004.

Altre Informazioni

Durante il corso verranno svolte prove di autovalutazione per la verifica dell'apprendimento.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy