Programmi

 

Archivio programmi insegnamenti A.A. 2000/2001 – 2005/2006

Archivio programmi insegnamenti A.A. 2006/2007 – 2012/2013

 

 

774 - DIRITTO PRIVATO

Anno Accademico ​2017/2018

Docente
ALESSANDRA ​PISU (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[11/77] ​ ​ECONOMIA E FINANZA [77/00 - Ord. 2017] ​ ​PERCORSO COMUNE954
Obiettivi

A) Conoscenza e comprensione: Il corso si propone di far apprendere agli studenti i principi generali e gli istituti fondamentali del diritto privato, le nozioni di base, le forme dell'argomentazione giuridica. Gli argomenti saranno trattati con particolare riferimento alle principali novità normative e giurisprudenziali.
B) Capacità di applicare conoscenza e comprensione: lo studio mira a far conseguire allo studente la capacità di applicare le nozioni teoriche per la soluzione dei quesiti pratici, e per interpretare e comprendere gli atti di diritto privato.
C) Autonomia di giudizio: lo studente dovrà acquisire la capacità di leggere e interpretare autonomamente le norme, anche con riferimento alla loro applicazione, di comprendere e risolvere casi giuridici.
D) Abilità comunicative: lo studente dovrà acquisire la capacità di esporre e risolvere casi giuridici con padronanza di linguaggio e sviluppare capacità argomentative e comunicative.
E) Capacità di apprendimento: lo studente dovrà saper aggiornare le conoscenze acquisite e accrescerle nel suo futuro percorso di studi; il corso si propone di fornire le basi per ulteriori studi avanzati (lauree magistrali).

Prerequisiti

Si rinvia ai prerequisiti generali del corso di studio.

Contenuti

1. Nozioni introduttive: diritto, norma, ordinamento giuridico; fonti del diritto, interpretazione ed applicazione delle norme.
2. Fatti, atti, effetti giuridici. Situazioni giuridiche soggettive e rapporto giuridico.
3. Tutela dei diritti, incluse nozioni generali sulle prove, sull’azione e sul processo.
4. Prescrizione e decadenza.
5. Forme di pubblicità. Trascrizione.
6. Soggetti di diritto (persone fisiche - misure di protezione del soggetto incapace; persone giuridiche e enti senza personalità giuridica).
7. Diritti della personalità.
8. Beni. Diritti reali: proprietà, diritti reali di godimento su cosa altrui e relative tutele. Comunione. Possesso.
9. Le obbligazioni (fonti; elementi; disciplina generale adempimento; vicende modificative ed estintive; specie tipiche di obbligazioni; inattuazione del rapporto obbligatorio e responsabilità contrattuale).
10. Teoria generale del negozio e del contratto (autonomia privata e suoi limiti, elementi essenziali ed accidentali, formazione ed efficacia, rappresentanza, patologie negoziali).
11. Contratti dei consumatori (clausole vessatorie e vendita di beni di consumo).
12. Promesse unilaterali e nozioni generali sui titoli di credito.
13. Obbligazioni nascenti dalla legge: gestione di affari altrui; pagamento dell’indebito; arricchimento senza causa.
14. Responsabilità patrimoniale e mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale.
15. Garanzie reali e personali.
16. Fatti illeciti e responsabilità extracontrattuale.
17. I seguenti contratti: compravendita; appalto; subfornitura; factoring; franchising; locazione; leasing; comodato; mutuo; mandato.

Non rientrano nel programma d’esame i seguenti argomenti: impresa, azienda, società; rapporto di lavoro; banche, assicurazioni e relativi contratti; procedure concorsuali; diritto di famiglia; successioni mortis causa; i contratti sopra non indicati.

Metodi Didattici

- Lezioni frontali in aula per 54 ore.
- Attività di supporto allo studio svolta dal docente e dal tutor.

Verifica dell'apprendimento

L’esame si svolge in forma orale e sarà finalizzato a verificare il raggiungimento degli obiettivi formativi indicati, inclusa la capacità di fare applicazione pratica delle conoscenze acquisite. Consiste in un colloquio nel quale vengono rivolte allo studente diverse domande, sia di taglio concettuale, sia di taglio pratico-applicativo, tendenti a verificare la preparazione in tutti i settori del programma. Per superare l'esame lo studente dovrà rispondere in modo autonomo, con linguaggio tecnico appropriato, e dovrà dimostrare di aver compreso le questioni affrontate.
Il punteggio della prova d'esame è attribuito mediante un voto espresso in trentesimi.
La determinazione del voto finale tiene conto dei seguenti elementi:
1. conoscenza complessiva della materia;
2. completezza delle risposte, consequenzialità logica nell'esposizione degli argomenti e livello di approfondimento;
3. conoscenza e capacità di interpretazione del dato normativo;
4. padronanza del linguaggio tecnico-giuridico;
5. capacità di effettuare i dovuti collegamenti tra gli argomenti oggetto del programma;
6. capacità di utilizzazione dei concetti appresi nella soluzione dei problemi concreti prospettati;
7. partecipazione alle attività didattiche.

Nella formulazione del voto finale ci si atterrà ai seguenti criteri di valutazione:
- mancato superamento dell’esame: insufficiente conoscenza degli istituti oggetto del corso;
- fascia di voto da 18 a 21: conoscenza essenziale delle tematiche; capacità espositiva essenziale con linguaggio privo di inesattezze gravi; presenza di lacune non significative;
- fascia di voto da 22 a 24: conoscenza degli argomenti non particolarmente approfondita, ma completa; maggiore padronanza del linguaggio tecnico;
- fascia di voto da 25 a 27: preparazione completa e più approfondita, uso del linguaggio tecnico adeguato, buona capacità di ragionamento e collegamento, conoscenza del dato normativo;
- fascia di voto da 28 a 30: preparazione eccellente; ottima padronanza del linguaggio tecnico e capacità di ragionamento, dimestichezza con il dato normativo e buona capacità di interpretazione;
- 30 e lode: ulteriori qualità della preparazione desumibili dalla brillantezza e sicurezza nell’esposizione delle risposte.

Testi

Manuali consigliati in alternativa (sempre ultima edizione):

- CALVO-CIATTI, Diritto privato, Zanichelli.

- IUDICA-ZATTI, Linguaggio e regole del diritto privato, Cedam.

- TORRENTE - SCHLESINGER, Manuale di diritto privato, Milano, Giuffrè.

- TROISI, Diritto civile. Lezioni, ESI.

È necessario munirsi di un codice civile aggiornato e corredato dalla Costituzione, dai Trattati dell'unione europea e dalle principali leggi complementari.

Altre Informazioni

È vivamente consigliata la frequenza alle attività didattiche.
La docente è a disposizione degli studenti in occasione delle lezioni e durante l'orario di ricevimento indicato in separato avviso.
Può essere inoltre contattata all'indirizzo alepisu@unica.it

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy