Programmi

 

Archivio programmi insegnamenti A.A. 2000/2001 – 2005/2006

Archivio programmi insegnamenti A.A. 2006/2007 – 2012/2013

 

 

2309 - MATEMATICA FINANZIARIA

Anno Accademico ​2017/2018

Docente
FILIPPO ​PETRONI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​


Obiettivi

Il corso affronta gli argomenti introduttivi e basilari della matematica finanziaria e attuariale. Ha l'obiettivo di fornire le nozioni di base per la formalizzazione delle operazioni finanziarie, di affrontare i fondamenti logici della valutazione e della scelta finanziaria, di introdurre ai temi specialistici della valutazione finanziaria. Inoltre il corse fornisce le base introduttive alla matematica attuariale.
Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea in EF, i risultati dell’apprendimento attesi seguono i seguenti Descrittori di Dublino:
1) Conoscenza e capacità di comprensione. Al termine del corso gli studenti saranno in grado di comprendere le principali nozioni dell'analisi matematico - finanziaria, con specifica attenzione alla risoluzione di problemi pratici.
2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Al termine del corso gli studenti sapranno anche utilizzare i principali strumenti di analisi e gestione del rischio finanziario sia per quanto attiene gli strumenti classici (mutui, conti correnti) che moderni (portafogli obbligazionari e derivati).
3) Autonomia di giudizio. Gli studenti dovranno individuare le corrette procedure matematico - finanziarie per la risoluzione di particolare problemi utilizzando le nozioni introdotte e saper interpretare in maniera critica i risultati ottenuti.
4) Abilità comunicative. Al termine del corso lo studente avrà acquisito la capacità di esprimere i concetti fondamentali della matematica e del calcolo finanziario con rigore e di utilizzare correttamente la simbologia della moderna finanza matematica.

Prerequisiti

Analisi Matematica, Fondamenti di Statistica e Calcolo delle Probabilità

Contenuti

"A. Calcolo finanziario tradizionale. I regimi di interesse semplice, composto e iperbolico; le rendite; gli ammortamenti. 12 ore.

B. La valutazione di operazioni finanziarie in condizioni di certezza. I criteri di scelta: TIR e VAN; la struttura per scadenza dei tassi di interesse; 12 ore

C. Assicurazioni e funzioni biometriche; leggi di sopravvivenza; assicurazioni vita; riserva matematica; fondi pensione. 12 ore

Metodi Didattici

Lezioni in aula

Verifica dell'apprendimento

Esame scritto alla fine del Corso. L'esame prevede una parte applicativa (esercizi) e domande teoriche sotto forma di tema o scelta multipla.
Il punteggio dell'esame è espresso in trentesimi.
Alla luce dei descrittori elencati negli obiettivi formativi, si valuterà:
1) la conoscenza dei contenuti teorici;
2) la capacità di utilizzare le suddette nozioni per la risoluzione di problemi pratici;
3) la capacità di individuare le corrette strategie risolutive e di interpretare i risultati ottenuti;
4) la chiarezza espositiva e l'uso corretto della simbologia matematica;
5) la capacità di effettuare ragionamenti corretti di natura interdisciplinare.
L'intervallo di attribuzione del voto va:
- dai 18/30 (voto minimo) per un livello elementare di conoscenza della materia (capacità di risolvere semplici problemi di ottimizzazione e padronanza di linguaggio appena sufficiente);
- al 30/30 con eventuale lode (voto massimo): tutti gli obiettivi sono stati raggiunti in maniera esauriente.

Testi

Teoria: "Matematica finanziaria e attuariale. Ediz. mylab.", Elisabetta Allevi,Gianni Bosi,Rossana Riccardi - Pearson 2017

Esercizi: "Matematica finanziaria" E.C. Lari, M. Ravera- Pearson 2017

Altre Informazioni

Altri materiali (slide o altro) potranno essere messi a disposizione durante il semestre tendenzialmente in formato elettronico.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy