Programmi

 

Archivio programmi insegnamenti A.A. 2000/2001 – 2005/2006

Archivio programmi insegnamenti A.A. 2006/2007 – 2012/2013

 

 

2501 - MICROECONOMIA

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
ROMANO ​PIRAS (Tit.)
CARLA ​MASSIDDA
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​


Obiettivi

Il corso ha l’obiettivo di fornire allo studente gli strumenti teorici necessari alla comprensione del comportamento economico dei soggetti che operano nei mercati dei prodotti e dei fattori produttivi (consumatori, imprese, governi e proprietari di risorse). Al termine del corso lo studente deve, quindi, possedere la conoscenza dei principi economici alla base del funzionamento dei mercati, nonché la capacità di utilizzare tali principi per comprendere gli aspetti essenziali del funzionamento di un sistema economico. Egli deve, inoltre, apprendere il ruolo centrale dei comportamenti strategici.

Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea in Economia e Finanza, i risultati dell’apprendimento attesi sono altresì declinabili in base a tutti i Descrittori di Dublino, secondo lo schema seguente:

A) Conoscenza e capacità di comprensione. Al termine del corso gli studenti conosceranno i modelli microeconomici di analisi delle decisioni di spesa dei consumatori e di produzione delle imprese e comprenderanno come avviene l'interazione tra consumatori e imprese nelle diverse forme di mercato. Essi saranno altresì in grado differenziare l’ottica dell’equilibrio economico parziale da quella dell’equilibrio economico generale e, alla luce di tale differenza, di comprendere la nozione di efficienza economica dei mercati concorrenziali. Inoltre, sapranno comprendere gli effetti prodotti dalle politiche pubbliche miranti al controllo dei prezzi o delle quantità scambiate. Impareranno il rigore del ragionamento con l’uso di formule e grafici. Tali conoscenze e capacità di comprensione metteranno gli studenti in grado di approfondire il proprio campo di studi con il supporto di materiale addizionale rispetto al libro di testo;

B) Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Al termine del corso, gli studenti saranno in grado di analizzare le decisioni di spesa dei consumatori e di produzione delle imprese tanto da comprendere le dinamiche reali in atto nei mercati. Essi, inoltre, sapranno risolvere problemi riguardanti l’interazione tra agenti economici e valutare in quale misura le strategie possano influenzarne il risultato finale. Sapranno semplificare i comportamenti dei protagonisti del sistema economico per spiegarne la logica, anche in riferimento a casi ipotetici o situazioni di attualità e, contemporaneamente, saranno capaci di rielaborare in modo sintetico concetti complessi (capacità di sintesi);

C) Autonomia di giudizio. Al termine del corso, gli studenti saranno in grado di interpretare i dati relativi alle reali dinamiche di mercato e di esprimere giudizi autonomi sulle implicazioni derivanti dalle scelte degli agenti economici; sapranno porre a confronto le differenti forme di mercato e i connessi comportamenti strategici. Saranno, inoltre, in grado di formulare giudizi di valutazione sugli effetti delle principali politiche pubbliche di intervento sui prezzi o sulle quantità scambiate;

D) Abilità comunicative. Al termine del corso, gli studenti saranno capaci di comunicare nozioni teoriche, dati e informazioni, discutere le proprie idee, sollevare problemi e proporre soluzioni riguardanti gli aspetti microeconomici del funzionamento dei mercati. Gli studenti saranno altresì in grado di articolare e strutturare con rigore e precisione il discorso sulle tematiche analizzate e acquisiranno la capacità di fare presentazioni in pubblico;

E) Capacità di apprendimento. Al termine del corso, gli studenti avranno perfezionato le proprie capacità di apprendimento e sapranno intraprendere studi avanzati con un maggior grado di autonomia.

Prerequisiti

Non esiste alcun prerequisito formale. Tuttavia, si informa che, per lo sviluppo degli argomenti in programma, si farà uso delle nozioni di base del calcolo differenziale e della costruzione di modelli grafici, anche complessi.

Contenuti

MODULO 1_Prof.ssa Carla Massidda
1. Introduzione all’analisi microeconomica (4 ore circa)
1.1 L’economia politica come disciplina scientifica
1.2 Il meccanismo di mercato e la formazione dei prezzi
1.3 Nozioni di base sulla domanda e sull’offerta
2. Il comportamento del consumatore (26 ore circa)
2.1 Le preferenze
2.2 La teoria dell’utilità
2.3 Vincolo di bilancio e scelta ottima
2.4 La domanda individuale
2.5 Scomposizione dell’effetto di reddito e dell’effetto di sostituzione
2.6 Domanda di mercato e surplus del consumatore
2.7 Elasticità della domanda
3. Produzione e impresa (6 ore circa)
3.1 Il processo produttivo: analisi di breve periodo

MODULO 2_Prof. Romano Piras
1. Produzione e impresa (8 ore circa)
1.1 Il processo produttivo: analisi di lungo periodo
1.2 La teoria dei costi di produzione
1.3 L’ottima combinazione dei fattori produttivi e l’obiettivo del massimo profitto
2. Forme di mercato (18 ore circa)
2.1 L’analisi dei mercati concorrenziali
2.2 Equilibrio in regime di monopolio
2.3 Concorrenza monopolistica e Oligopolio
2.4 La teoria dei giochi e le strategie competitive
3. Mercato dei fattori produttivi (4 ore circa)
4. Equilibrio economico generale ed economia del benessere (6 ore circa)

Metodi Didattici

L’insegnamento si sviluppa per un totale di 72 ore di lezioni frontali, suddivise in due moduli da 36 ore ciascuno. Le attività in aula si svolgeranno attraverso la didattica tradizionale e le esercitazioni.

La didattica tradizionale consiste in lezioni frontali volte alla spiegazione degli argomenti previsti nel programma. La lezione utilizza, come strumento di supporto, diapositive appositamente create dai docenti.

Le esercitazioni consistono nella risoluzione di esercizi pre-assegnati e messi a disposizione dai docenti attraverso il proprio sito web. Quando le risorse messe a disposizione dall’Ateneo lo consentono, le esercitazioni sono integrate da attività svolte in aula da un tutor di materia.

Verifica dell'apprendimento

a) Modalità di verifica dei risultati di apprendimento attesi
Esame completo (frequentanti e non frequentanti) (tempo della prova 2 ore).
L’esame consiste in una prova scritta composta da 3 domande teoriche e 2 esercizi.
Le domande teoriche valgono per il 50% della valutazione complessiva e sono articolate come segue:
1 domanda con risposta analitica volta alla verifica della conoscenza e capacità di comprensione (descr. A), dell’autonomia di giudizio (descr. C) e dell’abilità comunicative (descr. D);
1 domanda con risposta sintetica della tipologia vero/falso volta alla verifica della capacità di applicare conoscenza e comprensione (descr. B) e di sviluppare autonomia di giudizio (descr. C);
1 domanda con risposta sintetica della tipologia risposta aperta volta alla verifica della capacità di sintesi (descr. B) e della capacità di apprendimento (descr. E).
Gli esercizi valgono per il restante 50% della valutazione e riguardano la verifica della capacità di applicare conoscenza e comprensione (descr. B). Concernono la risoluzione di problemi riguardanti gli argomenti trattati a livello teorico.

Opzioni per i soli frequentanti
Prova parziale (durata 1 ora). Al termine del Modulo 1, è prevista una prova di valutazione intermedia composta da 2 quesiti teorici sintetici e da 1 esercizio. Lo studente sostiene la prova durante il mese di novembre 2018 e completa l’esame con una seconda prova parziale da sostenersi in uno degli appelli fissati nella sessione di gennaio-febbraio 2019.
Lavoro di gruppo. È prevista un’attività di gruppo che si conclude con la presentazione in aula. Il contenuto riguarda la sintesi di una parte del programma svolto. Tale attività mira a valutare la capacità di lavorare in gruppo, capacità di sintesi, capacità di fare presentazioni davanti a un pubblico. La valutazione di tale attività concorre in modo additivo alla formulazione del giudizio finale per i frequentanti sia che sostengano l’esame completo oppure seguano la modalità con prove parziali

b) Regole per la valutazione
Il massimo punteggio conseguibile dallo studente è pari a 32 che corrisponde al 30 e lode. Domande teoriche ed esercizi concorrono, rispettivamente, per il 50% della valutazione complessiva.
16/32 attribuiti alle domande teoriche sono così ripartiti:
- domanda con risposta analitica punteggio massimo 8/32;
- domanda con risposta sintetica della tipologia vero/falso punteggio massimo 4/32;
- domanda con risposta sintetica della tipologia risposta aperta punteggio massimo 4/32.
16/32 attribuiti agli esercizi sono il risultato della somma di un massimo di 8 punti attribuibili a ciascun esercizio.
Le prove parziali (ognuna con un peso del 50%) vengono valutate in sedicesimi. Il voto finale è dato dalla somma dei voti conseguiti nelle due prove parziali attribuiti alle singole parti.
Al lavoro di gruppo viene riconosciuto un massimo di 3 punti da aggiungersi al voto d’esame per il calcolo del punteggio finale.

c) Modalità di formulazione del giudizio
L’intervallo di attribuzione del voto finale va:
da 18/30 a 21/30 per un livello di conoscenza elementare della teoria, corretta impostazione della risoluzione degli esercizi e linguaggio scritto di livello sufficiente;
da 22/30 a 25/30 per un livello di conoscenza intermedio della teoria, corretta impostazione e risoluzione parziale degli esercizi, linguaggio scritto di livello medio;
da 26/30 a 29/30 per un livello di conoscenza molto buono della teoria, corretta impostazione e risoluzione quasi completa degli esercizi, linguaggio scritto di livello molto buono;
da 30/30 a 30/30 con lode per eccellenti risposte a tutte le parti della verifica, compreso il linguaggio scritto utilizzato.

Testi

Frank R.H., Microeconomia (Settima edizione italiana a cura di R. Piras), McGraw-Hill, Milano, 2017.

Massidda C., Microeconomia, Giappichelli, Torino, 2009.

Massidda C., Mocci C. e Piras R. (eds) Esercizi e Note di Microeconomia, Giappichelli, Torino, 2004.

Altre Informazioni

Materiale di supporto alla didattica utile come strumento di autoapprendimento verrà distribuito durante il periodo delle lezioni. Si tratterà di slide, esercitazioni e testi di precedenti esami.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy