Programmi

 

Archivio programmi insegnamenti A.A. 2000/2001 – 2005/2006

Archivio programmi insegnamenti A.A. 2006/2007 – 2012/2013

 

 

1450 - GEOGRAFIA ECONOMICA

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
MAURIZIO ​MEMOLI (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[11/77] ​ ​ECONOMIA E FINANZA [77/00 - Ord. 2014] ​ ​PERCORSO COMUNE636
Obiettivi

Il corso fornisce le conoscenze di base, di tipo sia teorico sia metodologico, per la comprensione e l’analisi delle problematiche socio-economiche del mondo contemporaneo in una prospettiva geografica. Tale obiettivo generale viene affrontato attraverso lo studio delle principali teorie sull’organizzazione dei sistemi territoriali alle diverse scale geografiche e degli aspetti connessi alla loro strutturazione da un punto di vista politico, sociale ed economico.
Durante il corso verranno affrontate e approfondite alcune problematiche quali il rapporto tra spazio, luogo e territorio, sviluppo e sottosviluppo, processi globali e sviluppo locale e superamento dei paradigmi.
Una specifica parte del corso è dedicata ai temi della geografia del mondo globale attuale attraverso una parte seminariale legata allo scacchiere mediterraneo, asiatico, americano, europeo e africano e ai temi geopolitici.

In coerenza con gli obiettivi formativi definiti dal Corso di Laurea in Economia e Finanza, i risultati dell’apprendimento attesi sono declinabili anche in base ai Descrittori di Dublino:
1) Conoscenza e capacità di comprensione. Il corso facilita lo studio di teorie e metodi di analisi geografica noti come di quelli più innovativi. L’obiettivo principale è leggere, con gli studenti, le pratiche politiche territoriali e spaziali (nelle scale nazionali e internazionali) e le interpretazioni dell’epoca post-politica.
2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione. Gli approcci studiati saranno resi applicabili attraverso il lavoro laboratoriale in aula attraverso il lavoro collettivo. L’obiettivo è quello di rendere gli studenti in grado di comprendere le logiche, le dinamiche e gli strumenti concettuali e applicativi propri delle politiche, del governo e delle governance territoriali affinché possano assumere conoscenza e comprensione critica da utilizzare nell’approccio adottato nelle future attività.
3) Autonomia di giudizio. Durante le fasi laboratoriali frequentanti saranno incitati a costruire una propria visione delle problematiche e delle soluzioni da proporre anche in ordine alla conoscenza critica necessaria alla comprensione degli elementi di discriminazione territoriale (sostenibilità economica, sociale, politica, ambientale).
4) Abilità comunicative. Gli studenti saranno stimolati ad intervenire in classe esponendo attraverso un caso singolo (o di gruppo) le posizioni e le convinzioni raggiunte grazie a momenti dialettici collettivi. Il momento collettivo è sostanziale nell’apprendimento attraverso il confronto e facilita la costruzione di un “Patto d’aula” di crescita collettiva più che individuale
5) Capacità di apprendimento. La frequenza e la partecipazione al corso sono prodromi inevitabili del processo di miglioramento delle capacità singole e collettive della comprensione dialettiche dei problemi della contemporaneità e del loro possibile soluzione.

Prerequisiti

In assenza di propedeuticità formali, si ritiene che lo studente che segue il corso debba possedere adeguate competenze linguistiche, logiche, culturali, politiche.

Contenuti

Prima Parte: - Teorie e approccio geografico: spazio, luogo, territorio, paesaggio, scala
(8 ore lezioni frontali)
1 Teorie e metodi della geografia (4 ore di lezione)
• Elogio all’errore della rappresentazione, spazio
• Spazio, luogo, territorio, paesaggio, reti,
2. Lo spazio della modernità (4 ore di lezione)
• Interpretazioni della modernità
• Determinismi, possibilismi, quantitativismi
3 Interpretare il mondo nella post-modernità; (2 ore di lezione)
• La logica liquida del tempo contemporaneo
• Rappresentazioni del sistema mondo

Seconda parte: Geo-economica: scenari della transcalarità: locale, globale, politiche di sviluppo locale/globale e loro superamento (14 ore)
4. i temi classici della geografia economica (8 ore di lezione)
• Il concetto di sviluppo
• Popolazione e mobilità
• Localizzazione sviluppo e squilibrio regionale
• Sviluppo cluster e innovazione
5. temi attuali del mondo economico (6 ore di lezione)
• Il dibattito sulla globalizzazione
• Sviluppo economico locale e sviluppo territoriale
• Ambiente, e sostenibilità

Parte terza, - Geografia della governance globale e relazioni regionali (8 ore)
6. Le reti economiche trasnazionali (6 ore)
• Imprese globali
• Governance del sud globale
• Città e spazi rurali
7. Laboratorio (8 ore) (da valutare in aula)
• Caso studio di dinamiche geo-politiche regionali

Metodi Didattici

L’insegnamento si articola in 26 ore di didattica frontale e in un laboratorio di 10 ore volto allo studio diretto delle consoscenze acquisite sul caso specifico della costituzione della città metropolitana di Cagliari.

Verifica dell'apprendimento

L’apprendimento viene verificato attraverso un elaborato in forma scritta inerente le principali tematiche affrontate a lezione, nella valutazione dell’esposizione di ogni studente avvenuta in aula e del lavoro presentato nel laboratorio. Il corretto svolgimento della prova richiede che lo studente evidenzi l’acquisizion di una corretta comprensione dei concetti e la maturazione di un approccio critico alla discipline politiche e spaziali.
Gli studenti non frequentanti dovranno prepararsi sui libri di testo indicati nella sezione testi consigliati e bibliografia e sulle dispense caricate nella pagina web del docente ma previo confronto via mail con il docente all’indirizzo memoli@unica.it.

In entrambi i casi, e coerentemente con i descrittori individuati negli obiettivi formativi, verranno valutate:
1) la comprensione critica e la chiarezza nell’esprimere i contenuti teorici (valutazione conoscenza e comprensione).
2) la capacità di rielaborare i concetti e di sintetizzarli, anche attraverso il confronto con casi esemplificativi territoriali splicitati in aula o scelti dallo studente (valutazione capacità di applicare conoscenza e comprensione).
3) la capacità di assumre decisioni di politica territoriale, motivandola attraverso approcci e strumenti teorici affrontati, illustrandone il percorso logico seguito, nonché gli effetti socio-territoiali multiscalare (valutazione autonomia di giudizio).
4) La protenzza e chiarezza logica, linguistica e espositiva e di sintesi dei temi e dei problemi di piano territoriale (valutazione abilità comunicative)
5) la conoscenza degli approcci teorici moderni e della post-moderintà in geografia (valutazione capacità di apprendimento).

Il punteggio della prova d’esame è espresso in trentesimi.

Testi

Testi obbligatori:

Bignante, Celata, Vanolo, 2014, Geografie dello sviluppo, Una prospettiva critica e globale, Utet.

Oppure in alternativa

Conti S., Giaccaria, P., Rossi U., Salone C., 2014, Geografia economica e politica, Pearson.



testi a supporto monografico

- George Friedman, The World Explained in Maps, New York Times,



più un numero di Limes a scelta tra questi:



- Limes n. 4/2018 – Lo stato del mondo.

- Limes n. 1/2018 – Musulmani e europei.

- Limes n. 6/2017 – Mediterranei.

- Limes n. 2/2017 – Chi comanda il mondo.

- Limes n. 3/2016 – Bruxelles, il fantasma dell’Europa.

- Limes n. 1/2016 – Il mondo di Putin.

- Limes n. 12/2015 – Africa, il nostro futuro.

- Limes n. 7/2015 – Tra euro e neuro.

- Limes n. 4/2015 – U.S. Confidential.

Ulteriore materiale integrativo fornito dal docente nella sua pagina web. Frequentanti (max 75% assenze = 8 ore/4 lezioni): presentazione in aula del lavoro di laboratorio, esame scritto con una domanda relativa al manuale.
I non frequentanti devono contattare il docente via mail per confrontare le parti del programma prima di iniziare la preparazione: all’indirizzo memoli@unica.it, l’esame scritto prevede due domande sul manuale, e una terza su altra parte concordata.

Altre Informazioni

Costituiscono altresì materiale di supporto alla didattica le dispense presenti nel sito del docente.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy