Programmi

 

Archivio programmi insegnamenti A.A. 2000/2001 – 2005/2006

Archivio programmi insegnamenti A.A. 2006/2007 – 2012/2013

 

 

EC/0044 - SOSTENIBILITA' E SVILUPPO TURISTICO

Anno Accademico ​2021/2022

Docente
CARLA ​MASSIDDA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
ITALIANO ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[11/81] ​ ​MANAGEMENT E MONITORAGGIO DEL TURISMO SOSTENIBILE [81/00 - Ord. 2017] ​ ​PERCORSO COMUNE954
Obiettivi

Il corso “Sostenibilità e sviluppo turistico” si inserisce nel primo semestre del primo anno del corso di Laurea Magistrale Management e Monitoraggio del Turismo Sostenibile (STMM). Coerentemente con il progetto formativo, insieme agli altri insegnamenti del semestre, concorre al primo obiettivo formativo specifico della Laurea Magistrale STMM che è quello di fornire, in una chiave di sviluppo turistico sostenibile, un inquadramento generale del contesto in cui opera il sistema delle imprese, la collettività e il sistema economico nel suo insieme. In particolare, si propone di fornire elementi utili alla conoscenza, in chiave di sostenibilità economica, ambientale e sociale, della natura complessa del sistema turistico, della destinazione come punto focale dell’attività turistica, dell’importanza del turismo per l’economia locale, del ruolo della gestione e della pianificazione strategica.
Coerentemente con gli obiettivi formativi del Corso di Laurea Magistrale in STMM, i risultati dell’apprendimento del corso sono altresì declinabili in base a tutti i Descrittori di Dublino, secondo lo schema seguente:
1) Conoscenza e capacità di comprensione
- Conoscere e comprendere il turismo sostenibile e i nuovi trend emergenti.
- Conoscere e comprendere come gestire il sistema delle risorse locali per lo sviluppo economico sostenibile.
- Conoscere e comprendere, nell’ottica della sostenibilità, gli aspetti identitari e sociali coinvolti nello sviluppo turistico.
- Conoscere e comprendere come dirigere e gestire una destinazione sostenibile di successo.
- Conoscere e comprendere come muoversi in un quadro istituzionale di regole per la pianificazione ambientale.

2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione
- Sa applicare le conoscenze per l’analisi del sistema locale al fine di predisporre strategie di sviluppo sostenibile in ambito turistico.
- Sa applicare le conoscenze per l’analisi dei piani e delle politiche ambientali al fine di saper dirigere e gestire destinazioni turistiche, nonché predisporre progetti per la loro creazione.
- Sa applicare le conoscenze per l’utilizzazione di data-base e per la predisposizione di specifiche applicazioni utile per l’elaborazione dei dati nell’ambito turistico, nonché per l’adozione di decisioni efficaci.
- Sa applicare le conoscenze multidisciplinari per interpretare, descrivere e risolvere i problemi dello sviluppo turistico.

3) Autonomia di giudizio
- Essere in grado di formulare una propria valutazione e/o giudizio sulla base della interpretazione dei dati disponibili, nonché di individuare, raccogliere ed elaborare ulteriori dati necessari per conseguire una maggiore consapevolezza riguardo ai temi specifici e/o comuni dello sviluppo turistico sostenibile.
- Avere la capacità del saper fare, cioè del saper assumere iniziative e decisioni nella consapevolezza che ogni attività viene svolta in condizioni di incertezza e rischio, tenendo conto, oltre che degli aspetti tecnici, anche di quelli economici, etici e sociali.

4) Abilità comunicative
- Saper comunicare in maniera efficace informazioni, progetti e linee d’azione agli stakeholder interni e esterni, alle organizzazioni, agli operatori economici e sociali e alla collettività in senso lato. Lo studente sarà altresì capace di comunicare dati e informazioni, discutere le proprie idee, sollevare problemi e proporre soluzioni.

5) Capacità di apprendimento.
- le capacità di apprendimento autonomo che sono necessarie a un manager per operare in conformità alle esigenze del cambiamento e della turbole

Prerequisiti

Non sono previsti prerequisiti formali.

Contenuti

1) PARTE GENERALE
1.1) I fondamenti del turismo
1.2) Trend internazionali del fenomeno turistico
1.3) Analisi della domanda turistica e delle sue determinanti
1.4) Caratteristiche e competitività delle destinazioni turistiche

2) ANALISI QUALITATIVA E QUANTITATIVA DEL FENOMENO TURISTICO
2.1) Confronto tra i metodi di ricerca qualitativa e quantitativa
2.2) Analisi empirica della domanda turistica con il metodo della regressione lineare

3) SOSTENIBILITA’ E SVILUPPO TURISTICO NELLE DESTINAZIONI
3.1) Analisi degli impatti economici, ambientali e sociali del turismo sulle destinazioni turistiche
3.2) Valutazione degli impatti di eventi speciali
3.3) La sostenibilità: dallo sviluppo industriale allo sviluppo sostenibile
3.4) I fondamenti della sostenibilità turistica
3.5) La relazione tra turismo, crescita e sviluppo sostenibile

4) GOVERNO E SVILUPPO TURISTICO
4.1) Il ruolo del governo nel turismo
4.2) Organizzazioni turistiche governative
4.3) L’amministrazione integrata
4.4) La pianificazione turistica

5) ALTRO
Approfondimento di temi legati a specifiche letture che verranno comunicate dalla docente

Metodi Didattici

L’insegnamento si sviluppa per un totale di 54 ore di didattica frontale, suddivise in 36 ore di didattica tradizionale e 18 ore di didattica laboratoriale. La didattica verrà erogata prevalentemente in presenza, integrata e “aumentata” con strategie online, allo scopo di garantirne la fruizione in modo innovativo e inclusivo.

La didattica tradizionale concerne la spiegazione degli argomenti previsti nel programma e segue una modalità comunicativa fortemente basata sulla continua interazione dialettica tra docente e studenti. La lezione utilizza, come strumento di supporto, diapositive appositamente create dalla docente e si avvale delle piattaforme informatiche messe a disposizione dall’Ateneo.

La didattica laboratoriale, invece, propone attività guidate nella forma del “focus group” volte da un lato all’approfondimento di tematiche strettamente collegate ai temi trattati in programma e all’analisi di “casi di studio”, dall’altro all’acquisizione di competenze sul reperimento di fonti bibliografiche inerenti la ricerca avanzata e sul reperimento, elaborazione e interpretazione di dati turistici. Gli argomenti della discussione e il materiale a supporto verranno comunicati in aula con una settimana di anticipo rispetto alla data in cui avrà luogo la discussione. Al termine delle suddette attività, gli studenti potranno produrre un elaborato finale che sarà oggetto di valutazione e andrà a contribuire alla definizione del punteggio finale (si veda quanto riportato poco sotto sulle modalità di verifica dell’apprendimento). Questa regola si applica sia nel caso di un’unica prova scritta finale, sia nel caso si sostengano le prove in itinere. In ogni caso, anche in assenza di elaborato, ciascun partecipante riceverà un giudizio qualitativo sulla partecipazione attiva al “focus group” di cui la docente terrà conto ai fini del giudizio complessivo sugli obiettivi di apprendimento conseguiti dagli studenti frequentati.

Qualora le risorse messe a disposizione dall’Ateneo lo consentano, la didattica viene integrata da attività svolte da un tutor di materia, secondo le modalità organizzative che verranno comunicate agli studenti all’inizio del corso.

Verifica dell'apprendimento

La verifica dell’apprendimento mira a valutare la conoscenza e capacità di comprensione, la capacità di applicare conoscenza e comprensione, la profondità della preparazione acquisita, la capacità critica maturata nello studio, l’autonomia di giudizio, l’abilità comunicative e la capacità di apprendimento. Autonomia di giudizio, abilità comunicative e capacità di apprendimento sono oggetto di valutazione anche attraverso le attività del “focus group”.

Sono previste 2 modalità di verifica: 1) Esame con unica prova scritta finale in presenza; 2) Esame con prove in itinere in presenza solo per frequentanti.

1) Esame con unica prova scritta finale in presenza (totale punti 32)
Prova scritta della durata di 2 ore è composta da 4 quesiti con risposta aperta così strutturati:
- quesito 1 sulla parte generale del programma (punteggio 8);
- quesito 2 sull’analisi quantitativa e qualitativa del fenomeno turistico (punteggio 4);
- quesito 3 sugli impatti del turismo nelle destinazioni (punteggio 16);
- quesito 4 sul ruolo del Governo nel turismo (punteggio 4).

Verrà data la valutazione massima di 30/30 e lode agli elaborati che raggiungono il punteggio di 32 e che si distinguono per il livello complessivo di trattazione degli argomenti. Possono essere esonerati dal quesito 2 coloro che svolgono le attività d’aula così come specificato nelle regole per l’esame con prove in itinere (punto b).


2) Esame con prove in itinere in presenza solo per frequentanti (max 14 punti)
Per i frequentanti sono previste prove in itinere, di cui 3 obbligatorie e 1 facoltativa. Il voto finale sarà frutto della somma dei punti conseguiti in tutte le prove sostenute.

a) Prova scritta in itinere in presenza (max 8 punti) (obbligatoria)
Esame scritto della durata di 30 minuti contenente 1 quesito con risposta aperta sulla parte generale del programma (Modulo 1);

b) Attività d’aula (max 4 punti) (obbligatoria)
Attività di gruppo su temi da approfondire e da presentare in aula con elaborato scritto finale. Questa attività copre la valutazione del Modulo 2 (Metodi di ricerca).

c) Report scritti su indagine empirica (max 2 punti) (facoltativa)
Qualora le risorse messe a disposizione dall’Ateneo lo consentano, durante le ore di laboratorio verrà svolta un’attività di approfondimento riguardante le tecniche di analisi empirica della domanda turistica. Su questa attività i gruppi potranno, facoltativamente, scrivere un report che diventa oggetto di valutazione separata.

d) Esame finale (max 20 punti) (obbligatorio)
La prova finale per coloro che hanno superato le prove a) e b), facoltativamente integrate dalla prova c), riguarda i soli quesiti 3 (Modulo 3) e 4 (Modulo 4) dell’esame completo.

Qualora la situazione sanitaria legata alla diffusione del COVID-19 richiedesse una modifica delle regole precedentemente esposte, sarà cura della docente comunicare tempestivamente le nuove modalità di verifica dell’apprendimento.

Modalità di formulazione del giudizio finale
L’intervallo di attribuzione del voto finale va:
- dai 18/30 ai 20/30: per un livello di conoscenza elementare della materia, ma comunque priva di gravi errori concettuali; in particolare si chiede a studenti e studentesse di saper almeno inquadrare la tematica nell’ottica economica richiesta, impostare gli elementi base dei modelli economici e dimostrare una padronanza di linguaggio sufficiente;
- dai 21/30 ai 25/30: per un buon livello di conoscenza della materia, con diverse gradazioni di giudizio;
- dai 26/30 ai 29/20: per un livello più che buono di conoscenza della materia, nonché di rigore scientifico e metodologico;
- ai 30/30, con eventuale lode, se si dimostra capacità di sistematizzare, con padronanza di linguaggio, le conoscenze acquisite, sapendole supportare con una eccellente elaborazione grafica e algebrica.

Testi

Testi
Studentesse e studenti possono raggiungere gli obiettivi di apprendimento del corso attraverso parti/capitoli selezionati nei testi di seguito elencati:

1. Candela G., Figini P., Economia del turismo e delle destinazioni, McGraw-Hill Companies (ult. ed.): cap. 3 (§ 3.3);
2. Cooper C., Turismo. Conoscere e gestire le risorse turistiche, Zanichelli (2013): capp. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 11;
3. Dwyer L., Forsyth P., Dwyer W., Tourism Economics and Policy, 2nd Edition, Channel View Publications (2020): capp. 1, 10, 17, 18, 19;
4. Dwyer L., Gill A., Seetaram N., Handbook of Research Methods in Tourism, Edward Elgar, (2012): PART I (pp.1-12), PART II (pp. 309-323) e cap. 2;
5. Perman et al. Natural Resource and the Environmental Economics (quarta edizione): capp. 3, 4 (solo paragrafi selezionati)
6. Vanhove N., The Economics of Tourism Destinations, Elsevier: capp. 6-8 ed. 2011 (oppure capp.: 5, 7 ed. 2005);
7. Williams S. and A.A Lew, Tourism Geography, 3rd edition: capp. 1, 2, 3, 5, 12;

Altre Informazioni

Durante il corso verrà distribuito materiale integrativo.

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy