Pagina di ricerca programmi

 

EC/0069 - CORPORATE FINANCE

Anno Accademico ​2021/2022

Docente
FABIO ​CERINA (Tit.)
Periodo
Primo Semestre ​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale ​
Lingua Insegnamento
INGLESE ​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[11/83] ​ ​ECONOMIA, FINANZA E POLITICHE PUBBLICHE [83/20 - Ord. 2017] ​ ​Economia e Mercati Finanziari636
Obiettivi

Alla fine del corso, lo studente che avrà superato l’esame di Corporate Finance avrà raggiunto i seguenti obiettivi formativi
1) Conoscenza e comprensione:
o Del ruolo dell’informazione nei mercati finanziari
o Del ruolo degli intermediari finanziari nel rapporto tra lenders e borrowers


2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
o Nell’analizzare la struttura degli incentivi delle controparti coinvolte in un contratto finanziario.
o Nello scegliere le metodologie più appropriate in contesti diversi, presentare e discutere i risultati delle analisi
o Nel disegnare un contratto finanziario ottimale

3) Autonomia di giudizio: il corso di Corporate Finance prevede attività che richiedono e stimolano l’autonomia di giudizio. Tra queste: l’elaborazione di homeworks in gruppo e la loro discussione in classe e la presentazioni seminariale di papers scientifici in classe.

4) Abilità comunicative: Durante le lezioni gli studenti saranno coinvolti in discussioni che permettano loro di sviluppare senso critico e migliorare la capacità comunicativa. Inoltre verranno coinvolti nella presentazione seminariale di alcuni lavori scientifici e nello svolgimento di esercizi a casa in gruppo in modo da sviluppare le capacità di lavorare e comunicare le proprie idee in pubblico e all’interno di un team. Dato che il corso sarà impartito in inglese, lo studente svilupperà infine anche la capacità di acquisire conoscenza e comunicare in inglese.

5) Capacità di apprendimento: Gli studenti saranno in grado di comprendere la struttura dei contratti finanziari, gli incentivi delle controparti e le conseguenze micro e macroeconomiche dell’asimmetria informativa tra lender e borrower.

Prerequisiti

Il corso è accessibile a coloro che possiedono una conoscenza di matematica e microeconomia a livello triennale. Il superamento dell'esame di Economia dell'Informazione impartito nel corso di Scienze Economiche risulterebbe particolarmente utile.

Contenuti

Il corso mira a una lettura avanzata dei principali riferimenti teorici relativi a come il corretto design di contratti finanziari e la presenza di intermediari finanziari possano mitigare il problemi di agenzia dovuti ad asimmetria informativa tra imprenditori e risparmiatori/investitori.

Nello specifico verranno affrontati i seguenti temi
• Perché esistono i mercati finanziari? Analisi dei guadagni di welfare in presenza di mercati finanziari perfetti
• Separazione tra proprietà e controllo; Irrilevanza della struttura finanziaria con mercati perfetti (Modigliani-Miller)
• Corporate governance e Corporate finance in presenza di mercati incompleti e asimmetria informativa: fatti stilizzati
• Corporate finance e moral hazard: razionamento del credito e rilevanza della struttura finanziaria
• Soluzioni per ridurre i costi di agenzia: collateral e diversificazione del rischio
• Corporate finance e adverse selection
• Implicazioni: pecking-order e negative stock price reaction
• Costi di segnalazione della qualità: certificazione e collateral
• Autorità reale e formale nelle corporations
• Perché esistono le banche? Il ruolo degli intermediari finanziari nella finanza aziendale
• Banche come assicurazione alla liquidità: corse agli sportelli e fragilità delle banche
• Banche come meccanismi per ridurre il costo informativo del capitale (2 ore)
• Banche e monitoring attivo
• Special topic: gli effetti macroeconomici di una crisi dei collateral

Metodi Didattici

• Lezioni frontali (26 ore) nell’ottica dello sviluppo della Conoscenza e Comprensione
• Risoluzione di homeworks in gruppo e discussione in classe (6 ore) nell’ottica dell’obiettivo di sviluppo delle Abilità Comunicative
• Presentazione seminariale di papers scientifici in classe (4 ore) nell’ottica dell’obiettivo di sviluppo delle Abilità Comunicative e di Autonomia di Giudizio

Verifica dell'apprendimento

Il voto finale è in trentesimi e il metodo di valutazione è differente tra studenti frequentanti e non frequentanti.
- Studenti frequentanti che sostengono l'esame entro la sessione invernale (Gennaio-Febbraio)
1. 55% prova scritta
2. 25% homeworks di gruppo
3. 15% presentazione in classe di un paper scientifico o di argomenti di approfondimento del corso.
4. 5% Class participation
- Studenti non-frequentanti
100% prova orale (fin quando sono attive le restrizioni covid)

Sia per il modulo di teoria che di pratica, gli esami e le presentazioni devono essere svolti in lingua inglese.

Per superare l'esame, riportare quindi un voto non inferiore a 18/30, lo studente deve dimostrare di aver acquisito una conoscenza sufficiente degli argomenti presentati nel corso
Il voto di 30/30, con eventuale lode, sarà assegnato se nelle prove d’esame lo studente dimostra di aver acquisito un’eccellente padronanza degli argomenti del corso, sia sotto l’aspetto teorico che applicato, ed essere in grado di rispondere ai quesiti d’esame utilizzando un linguaggio rigoroso e appropriato.

Testi

Gli studenti riceveranno le slides in pdf che coprono tutto il materiale del corso.

Il principale testo di riferimento della prima parte del corso è:
Jean Tirole (2006), The Theory of Corporate Finance, PUP Press (essenzialmente capitoli 1,2,3,4,6 e 10).
L'ultima parte del corso tratta materiale presente in alcuni paper scientifici che verranno resi disponibili e in due libri
Matthews, K. and J. Thompson (2008), The Economics of Banking, Wiley (second edition)
Freixas, X. and J-C. Rochet (2008), Microeconomics of Banking, MIT Press (second edition)

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy