Programmi dei corsi

 

FA/0172/EN - EXPERIMENTAL MODELS OF ANIMAL BEHAVIOR

Anno Accademico ​2019/2020

Docente
LAURA ​DAZZI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento
INGLESE​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[60/72] ​ ​NEUROPSICOBIOLOGIA [60/72-00 - Ord. 2015] ​ ​PERCORSO COMUNE336
Obiettivi

Acquisizione delle conoscenze sui principali modelli comportamentali negli animali da laboratorio e sui metodi di rilevazione ed elaborazione dei dati necessari alla progettazione ed esecuzione di uno studio comportamentale.
Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di apprezzare l’utilità dei test comportamentali per lo studio di aspetti chiave di patologie umane, per la comprensione dei meccanismi funzionali di base e per la sperimentazione di diverse opzioni terapeutiche.
Lo studente sarà inoltre grado di sviluppare capacità critica e autonomia di giudizio per valutare i vantaggi e i limiti dei diversi modelli sperimentali e per analizzare con senso critico la letteratura sui modelli animali rispetto alla descrizione ed interpretazione dei dati. Un obiettivo fondamentale sarà quello di fare in modo che lo studente sia consapevole della grande cura del benessere degli animali sperimentali che la ricerca animale richiede e della legislazione che regola l’utilizzo degli animali per la sperimentazione.

Prerequisiti

Solide conoscenze di base dei principali sistemi di neurotrasmissione e delle funzioni superiori da questi regolate.

Contenuti

Introduzione ai modelli animali. Il concetto di modello animale. Validazione del modello animale: Face validity, Predictive validity, construct validity. La scelta del modello e il protocollo di ricerca.
Specie animali utilizzate nella ricerca biomedica. http://www.nih.gov/science/models/ Panoramica dei principali modelli animali: Invertebrati (C. elegans; D. melanogaster; Aplysia). Vertebrati (zebrafish, pulcino, roditori, primati) – caratteristiche del modello e traslazionalità del dato.
Procedure sperimentali. La direttiva europea 2010/63 sull'uso degli animali nella ricerca. Legislazione e le 3 R. Il benessere degli animali di laboratorio.
Analisi di alcuni modelli animali di funzionalità e di patologia: depressione; ansia; schizofrenia; epilessia; Alzheimer; Parkinson; Sclerosi multipla; dipendenze; memoria e apprendimento.
Lo stabulario: tecniche di allevamento, mantenimento e manipolazione di roditori. Benessere animale. Approfondimenti di alcuni argomenti specifici mediante presentazione da parte degli studenti di selezionati articoli scientifici che verranno discussi collegialmente e criticamente sotto la supervisione del docente.

Metodi Didattici

3 CFU (36 ore) di laboratorio

Verifica dell'apprendimento

Giudizio finale
Il voto finale tiene conto di vari fattori:
Qualità delle conoscenze, abilità, competenze possedute e/o manifestate:
a) appropriatezza, correttezza e congruenza delle conoscenze
b) appropriatezza, correttezza e congruenza delle abilità
c) appropriatezza, correttezza e congruenza delle competenze
Modalità espositiva:
a) Capacità espressiva;
b) Utilizzo appropriato del linguaggio specifico della disciplina;
c) Capacità logiche e consequenzialità nel raccordo dei contenuti;
e) Capacità di collegare differenti argomenti trovando i punti comuni e istituire un disegno generale coerente, ossia curando struttura, organizzazione e connessioni logiche del discorso espositivo;
f) Capacità di sintesi anche mediante l’uso del simbolismo proprio della materia e l’espressione grafica di nozioni e concetti, sotto forma per esempio di formule, schemi, equazioni.
Qualità relazionali:
Disponibilità allo scambio e all’interazione con il docente durante il colloquio.
Qualità personali:
a) spirito critico;
b) capacità di autovalutazione.

Di conseguenza, il giudizio può essere:
a) Sufficiente (da 18 a 20/30)
Il candidato dimostra poche nozioni acquisite, livello superficiale, molte lacune. capacità espressive modeste, ma comunque sufficienti a sostenere un dialogo coerente; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di livello elementare; scarsa capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piuttosto stentata; scarsa interazione con il docente durate il colloquio.
b) Discreto (da 21 a 23)
Il candidato dimostra discreta acquisizione di nozioni, ma scarso approfondimento, poche lacune; capacità espressive piú che sufficienti a sostenere un dialogo coerente; accettabile padronanza del linguaggio scientifico; capacità logiche e consequenzialità nel raccordo degli argomenti di moderata complessità; più che sufficiente capacità di sintesi e capacità di espressione grafica accettabile.
c) Buono (da 24 a 26)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni piuttosto ampio, moderato approfondimento, con piccole lacune; soddisfacenti capacità espressive e significativa padronanza del linguaggio scientifico; capacità dialogica e spirito critico ben rilevabili; buona capacità di sintesi e capacità di espressione grafica piú che accettabile.
d) Ottimo (da 27 a 29)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso, ben approfondito, con lacune marginali; notevoli capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; notevole capacità dialogica, buona competenza e rilevante attitudine alla sintesi logica; elevate capacità di sintesi e di espressione grafica.
e) Eccellente (30)
Il candidato dimostra un bagaglio di nozioni molto esteso e approfondito, eventuali lacune irrilevanti; elevate capacità espressive ed elevata padronanza del linguaggio scientifico; ottima capacità dialogica, spiccata attitudine a effettuare collegamenti tra argomenti diversi; ottima capacità di sintesi e grande dimestichezza con l’espressione grafica.
La lode si attribuisce a candidati nettamente sopra la media, e i cui eventuali limiti nozionistici, espressivi, concettuali, logici risultino nel complesso del tutto irrilevanti.

Testi

Dispense, reviews e pubblicazioni sugli argomenti del corso fornite dal docente

Altre Informazioni

Durante le lezioni il docente fornirà dispense, reviews e pubblicazioni sugli argomenti del corso

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar