Cosa prevede il contratto sulle assenze per maternità?

 

Per le specializzande in stato di gravidanza vale il D.L 151 del 26 marzo 2001 e successive modificazioni:

  • il congedo per maternità obbligatorio di 5 mesi.
  • il congedo parentale facoltativo di 6 mesi.
  • eventuale riduzione dell’orario di lavoro di 2 ore giornaliere, per allattamento, fino al compimento del primo anno di età del nascituro.

Ovviamente il periodo di formazione non può essere inferiore a quello previsto dalla legge, pertanto gli impedimenti temporanei superiori ai quaranta giorni consecutivi per maternità, sospendono il periodo di formazione con obbligo, per la specializzanda, al recupero delle assenze effettuate, al termine del quinto anno di specialità. Per l’eventuale recupero del permesso per allattamento, si dovrà considerare 1/3 del numero totale dei giorni ( es: se si usufruisce di tale permesso dal 3° mese di vita del nascituro, sino al compimento del 1° anno di età, il periodo da recuperare sarà pari a tre mesi).

Durante i periodi di assenza verrà corrisposta solo la quota fissa del trattamento economico mentre, nei periodi di recupero verrà corrisposto l’intero importo (art.40 comma 5 Dl 368/99)

contatti | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy